Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Triple Frontier Recensione


Triple Frontier Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Triple Frontier è approdato lo scorso 15 marzo su Netflix come produzione originale della piattaforma streaming, ma la storia dietro la pellicola è lunga e travagliata. Un progetto che si trascina dal 2010, sin da quando era in mano alla Paramount Pictures e a bordo vi era una Kathryn Bigelow fresca fresca di Oscar.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

La sceneggiatura del film è firmata da Mark Boal, che dal 2008 in poi è stato uno dei collaboratori più fidati della regista (sceneggiatore proprio di The Hurt Locker, che le valse la statuetta, ma anche di Zero Dark Thirty e dell’ultimo Detroit); ed è uno dei pochi nomi legati al progetto che negli anni è rimasto invariato. Nei panni dei protagonisti si sono succeduti una sfilza di nomi di prim’ordine: prima Tom Hanks e Johnny Depp; poi Will Smith, quando il progetto passa nelle mani della Atlas Entertainment e J.C. Chandor subentra alla Bigelow in cabina di regia. Nel 2016 si va molto vicini a far partire la produzione, a cui sono legati Channing Tatum, Tom Hardy e Mahershala Alì, ma tutto salta a pochi mesi dall’inizio delle riprese. Nel maggio del 2017 Netflix acquista i diritti del film e fa un nuovo re-casting (con Casey Affleck e Mark Wahlberg, sostituiti poi rispettivamente da Oscar Isaac e Ben Affleck); nel marzo 2018 si inizia finalmente a girare tra Hawaii e Colombia.

Il film si presenta come un heist movie (letteralmente “film del colpo grosso” o film di rapine) a tinte militari, che in un paio di frangenti va a pescare persino alcune suggestioni da Narcos, serie di punta della piattaforma on-demand. Un signore della droga si nasconde nella giungla sudamericana con un’autentica fortuna. Il militare Santiago “Pope” Garcia è sulle sue tracce da anni quando finalmente riesce a scovare il suo nascondiglio: Pope raduna quindi la sua vecchia squadra, ex soldati dei corpi speciali ormai fuori dal giro, per andare in Sudamerica, prendere quanti più soldi possibili e tornare in patria senza che nessuno si faccia male.

Un film solido, d’altri tempi, che fa della propria essenzialità il punto di forza e che usa le scene d’azione con parsimonia.

I militari, che per conto del governo si sono sporcati le mani per anni e ora si ritrovano a dover tirare a campare, la considerano un po' la loro “buona uscita”.
Nonostante la cura con cui preparano la rapina, qualcosa durante il colpo va storto e la fuga con i soldi diventerà una vera e propria corsa per salvarsi la pelle.

La storia è tutta qui: asciutta, quasi minimale, simile a quella degli action muscolari degli anni ’80 e ’90, che puntavano tantissimo sul carisma dei loro protagonisti (Stallone, Schwarzenegger, Van Damme) e su scene efficaci e ben coreografate. Di carisma qui ce ne è da vendere, a partire da quello che è il vero protagonista del film, Oscar Isaac, di colpo invecchiato, stanco e ambiguo nei panni di Pope, e dalla sua spalla Ben Affleck, ex-comandante ormai arreso alla vita da civile, che vede in questa missione una sorta di riscatto personale. La squadra è completata dal pilota Pedro Pascal (altro tassello del fil rouge che unisce Triple Frontier a Narcos), Charlie Hunnam, a cui spetta l’onere di essere un po’ la coscienza del gruppo, e infine il defilato Garrett Hedlund, che tra tutti è quello che emerge di meno.

La chimica tra di loro funziona e funzionano anche le scene di dialogo, necessarie per capire la psicologia di questi personaggi così complessi, che lasciano intravedere un passato fatto di violenza e un presente in cerca di redenzione.

Ed è forse questo il punto più dolente: una caratterizzazione psicologica riuscita solo a tratti, che privilegia alcuni personaggi (quelli di Isaac e Affleck, soprattutto) a discapito di altri, che vengono ridotti a mere macchiette.

Nonostante questo, però, Triple Frontier si dimostra un film solido, d’altri tempi, che fa della propria essenzialità il punto di forza e che usa le scene d’azione con parsimonia: eppure, quando queste scorrono sullo schermo, è impossibile non apprezzarne la tensione. Un film che si concentra tantissimo su una disperata corsa verso la salvezza e che a tratti risulta impacciato nel mettere in scena un discorso che ha a che fare con “la necessità del denaro” ma che trova proprio nel suo finale (moralista al punto da sfiorare il pacchiano, ma comunque bellissimo) una chiusura pressoché perfetta.

di Marco Filipazzi
Sei d'accordo con questa recensione?
No
30 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA

Warning: max(): When only one parameter is given, it must be an array in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 31

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.silenzioinsala.com/home/side_cover2.tpl on line 33
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo