Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Io non sono qui Recensione


Io non sono qui Recensione

Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

La vita o le vite, gli amori e i sentimenti, poi la musica e lo spirito del tempo: uno spaccato d'esistenza che si divide in momenti di diversità artistica e spirituale attraverso l'incarnazione in sei personaggi differenti. Dall'infanzia agli esordi folk, al successo con i Sixties, alla svolta rock al ritiro dalle scene per un ritorno maturo: Bob Dylan, tra spirito e materia.

«Giace lì: poeta, profeta, fuorilegge, imbroglione, star di elettricità.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 4.0/5
Voto utenti: 3/5

Inchiodato da un guardone che avrebbe presto scoperto che anche il fantasma è più di una persona». Todd Haynes destruttura l'immagine di Bob Dylan, talmente aldilà dell’ordine costituito da non riuscire a cristallizzarsi in una biografia. Così, viene smembrata la storia, individuata e contestualizzata l'anima del cantautore e ne vengono fuori diverse anime. Sei anime: un’anima folk, contro il sistema e contro le ingiustizie, un’anima da fuorilegge braccato dai media e dallo Star System, una attoriale, il Dylan personaggio, che si confronta con il tempo per essere sempre aldilà delle etichette. Così il confronto con il rock e con tutto ciò che girava intorno al rock: Andy Warhol e la sua Factory, fan delusi e pericolosi, paradisi artificiali.

Haynes lancia una poesia che sboccia in immagini, un flusso di coscienza si apre e produce un viaggio nell'anima di Dylan. C'è Bob Dylan, o non c'è, o ce ne sono molti, o è soltanto una facciata del prisma che Haynes gira tra le dita, cercando di cogliere sfaccettature da dare alla luce. Da Rimbaud a Billy the Kid, dal poeta al mito, il flusso procede in rima, risultando di difficile comprensione per chi conosce meno Dylan, tuttavia la pellicola si lascia assorbire come puro lirismo verbale e visuale, come musica che dà luogo alle immagini e viceversa.

[Todd Haynes] destruttura l'immagine di Bob Dylan, talmente aldilà dell’ordine costituito da non riuscire a cristallizzarsi in una biografia

Straordinaria la staffetta attoriale: da Christian Bale, all'immenso Ledger, a Richard Gere fino ad una memorabile e premiata Cate Blanchet, rock star senza sbavature. Haynes gira una storia a metà tra il biopic e il documentario, un ibrido, che come il protagonista non si lascia intrappolare in realtà statiche, dinamico, in sette atti indistinti e mescolati. Indicato agli amanti di Dylan e della poesia.

di Emidio De Berardinis
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo