Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata

Nowhere Boy Recensione di Vito302


Nowhere Boy Recensione di Vito302

Leggi tutte le Recensioni

La vita di John Lennon diventa un film


star star star star star

John Lennon è un quindicenne ribelle e spigliato. Vive a Liverpool con la zia Mimi. La madre Julia risiede in una casa a pochi isolati ma, nonostante questo, non gli ha mai fatto visita. Appena scopre la sua abitazione, comincia a frequentarla nutrendo non pochi dubbi sul motivo dell'abbandono in età prescolare. Strapazzato emotivamente da modelli di vita diametralmente opposti (la madre lo inizia alla follia del Rock and roll mentre la zia nutre delle aspettative fortemente legate alla tradizione scolastica), Lennon prima si impiglia nella ragnatela familiare, poi mette da parte i legami per seguire il proprio credo. Con un gruppo di amici/studenti fonda la band rock dei Quarrymen. È il 1955 e lo scheletro dei Beatles comincia a prendere forma.

Spronata dal compianto Anthony Minghella, l'artista concettuale Sam Taylor-Wood firma la regia di Nowhere Boy, film sull'adolescenza di John Lennon, cantante e musicista che diede vita al fenomeno musical-popolare dei Beatles negli anni Sessanta - qui lasciati sullo sfondo. Primo lungometraggio per la Taylor-Wood (due anni dopo sarà regista del videoclip dei R.E.M. ÜBerlin), racconta in modo partecipato e ricco di sfaccettature emotive la relazione del giovane Lennon con la madre Julia e la zia Mimi. Una personalità geniale e creativa dal forte temperamento, influenzabile, un concentrato inesauribile di energia vitale, conteso da due cuori. Evitati riferimenti storici troppo ingombranti, la sceneggiatura - semplice ma efficace - ruota attorno alle gioie e ai dolori del protagonista in un tacito contesto familiare, dove si manifesta il cambiamento attraverso il riciclo di flashback e verità rilasciate col contagocce, il tutto pensato nell'ottica di arricchire di tasselli inediti la genesi e la maturazione del mito. Una ricostruzione fotografica impeccabile si fonde con una reinterpretazione storica personale: vulnerabile, talvolta esasperata e costruita a tal punto da far emergere degli intrecci melò eccessivi; eppure intensa, ironica e struggente. Senza mai dare l'impressione di porre le basi per un'ampollosa celebrazione della leggenda - se non fosse per quel cognome che crea delle attese - Lennon appare un ragazzo come tanti. Nowhere Boy adopera la grammatica del dramma e smussa, dove possibile, le intrusioni musicali per dare immenso risalto al fattore passionale e umano. Le sequenze migliori sono quelle in cui la cinepresa si sofferma sui personaggi e sul loro mutare emozionale; si avverte come il peso della responsabilità sia stato affidato interamente al cast: dalle giovani stelle emergenti, in cui la luce di Aaron Johnson brilla più delle altre (spazio gossip: nel 2010 ha avuto una figlia, Wylda Rae, da Sam Taylor-Wood, di 23 anni più grande di lui) alle strepitose Kristin Scott Thomas e Anne-Marie Duff. Un film che accoglie a braccia aperte le richieste degli appassionati del gruppo di Liverpool e allo stesso tempo disattende le aspettative di chi avrebbe immaginato un lungometraggio più rock and roll oriented, con le giuste dosi di follia, ingegno e l'ardire di spingersi oltre le plausibili congetture.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.0/5
Voto utenti: 3.0/5
di Vito302
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo