Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Per vedere il tuo commento pubblicato immediatamente effettua l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per scrivere la tua recensione per questo film devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Per seguire questo utente devi effettuare l'accesso

Username
Password


Registrati Password dimenticata
Recensione Silenzio in sala
Recensioni utenti

Robin Hood principe dei ladri è stato uno dei più grandi successi dei primi anni '90, andando a guadagnare i quasi quattrocento milioni di dollari incassati a fronte di una spesa (comunque non esigua per il periodo) di circa cinquanta. Rappresenta, inoltre, il secondo film che segnò il fruttuoso sodalizio tra il regista Kevin Reynolds con un Kevin Costner in quegli anni all'apice della fama: un film che aveva dalla sua una storia leggendaria eppure sempre attuale e di interesse, delle bellissime location e un cast di promettenti attori tra cui spiccano, anche alla luce delle successive carriere, Alan Rickman e Morgan Freeman.

VOTA
il tuo voto
/5
Esprimi il tuo voto su questo film:

.
.
.
.
.
Voto Silenzio in Sala: 3.5/5
Voto utenti: 3/5

Una visione anni '90 di una favola avventurosa, romantica e senza tempo: un vero “must see” del periodo.

Robin di Locksley (Kevin Costner), nobile avventuriero, torna fortunosamente dalle Crociate in compagnia di Azeem (Morgan Freeman), un dotto e coraggioso moro a cui ha salvato la vita e che ha deciso di seguirlo per avere la possibilità di restituirgli il favore in futuro. Una volta a casa, si ritrova decaduto per colpa dell'infido e tiranneggiante sceriffo della contea di Nottingham (Alan Rickman). Poco tempo dopo, rifugiatosi nell'intricata e spaventosa foresta di Sheerwood, Robin riorganizza un gruppo di banditi capeggiati dallo scaltro Little John (Nock Brimble) per opporsi alla tirannia dello sceriffo, mentre si innamora, a poco a poco, della nobile e fiera Lady Marion (Mary Elizabeth Mastrantonio), sorella di un suo vecchio compagno d'armi alle Crociate. Lo scontro finale con lo sceriffo è sempre più prossimo.

Nonostante qualche ingenuità, Il principe dei ladri si alza una spanna sopra la gran parte della “concorrenza” in virtù di una sceneggiatura abbastanza convincente e soprattutto grazie alle ottime scene d'azione, epiche come si confanno al genere e al personaggio. È forse un peccato che certi personaggi siano a volte un po' troppo sopra le righe, ma è una scelta stilistica che tuttavia non stona e dona una nota caratteristica al tutto. Rickman, in particolare (ma anche il personaggio della strega Mortianna interpretata da Geraldine McEwan) avrebbe potuto dare un accento molto più noir, meno parodistico, eccentrico e fantastico al suo personaggio, che pur nella sua leziosità rimane comunque affascinate e convincente, come d’altronde gran parte del cast: nonostante il Razzie Award “insignito” a Costner per la sua interpretazione, ci sentiamo di difendere il “suo” Robin, avventuroso e romantico come pochi altri suoi ruoli. Nota di merito anche per Morgan Freeman, il cui Azeem conquista col suo accento e la sua parlantina.

Una volta a casa, si ritrova decaduto per colpa dell'infido e tiranneggiante sceriffo della contea di Nottingham (Alan Rickman)

Il Robin Hood di Reynolds si rivela un film d’avventura per tutta la famiglia, in cui non mancano in verità violenza e temi forti, ma sempre entro la soglia del genere che ha imperversato negli anni '80 e '90, regalando diverse ottime opere, tra cui questa sicuramente da riscoprire.

di Marco Papaleo
Sei d'accordo con questa recensione?
No
00 No
Condividi:
Nessun utente ha ancora scritto la sua recensione per questo film.
Sii il primo.

Scrivi la tua recensione per questo film DI' LA TUA
Lascia un commento a questa recensione.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questa recensione COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo