Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

Saw: Legacy Approfondimento


Saw: Legacy Approfondimento

Vai alla scheda

Saw: Legacy, da torture porn a metafora contemporanea

Dopo 8 film, la maschera di Jigsaw continua a raccontare una storia horror che fa da specchio ai nostri tempi

Il primo Saw fu precursore di quello che in seguito divenne un vero e proprio sottogenere che sdoganò la violenza - sia grafica che psicologica - all’interno del circuito horror-mainstream, prima di essere ricacciata nell’underground estremo da cui era fuoriuscita. Una sorta di bolla di sapone che durò una manciata di anni e che i critici, con sdegno, etichettarono sotto il nome torture-porn. Foto Articolo
Che cos’è il torture porn
Sotto questo nomignolo si annidano produzioni in cui si evidenziano quattro caratteristiche principali: mutilazioni, nudità, sadismo e tortura; il tutto tenuto insieme da una trama che è solo un pretesto (un po’ come avviene nei porno). Hostel, Captivity, Turistas, Wolf Creek sono solo alcuni dei titoli che rientrano a pieno diritto in questo sottogenere.

Ma la saga di Saw è senza dubbio l’esponente più longevo: annovera 7 capitoli, approdati in sala tra il 2004 e il 2010, più un ottavo in arrivo tra pochi giorni, a ben sette anni di distanza da quella che a tutti gli effetti era la chiusura della saga.

L’eredità di Jigsaw
Al di là dei vari reboot e remake delle icone classiche del genere, da Freddy Krueger a Michael Myers, Jigsaw è stata la sola “maschera” horror originale ad approdare sul grande schermo con un’intera saga (ancora in via di sviluppo) nel nuovo millennio, il che non è cosa da sottovalutare.
Foto Articolo
John Kramer e i suoi adepti sono serial killer, tossici, psicopatici, maniaci e torturatori; l’incarnazione delle paure di cui l’horror si è nutrito negli ultimi vent’anni, conditi da una violenza esplicita ed estremamente realistica.

Eppure al contempo sono anche poliziotti, detective, medici, amorevoli padri di famiglia; lo specchio più blando della nostra società.

Non sono più maschere iconiche come quella da hockey di Venerdì 13 o quella di pelle di Faccia di cuoio a incutere timore oggi, bensì è la più generica paura del prossimo, chiunque esso sia. Perché nella società moderna tutti indossiamo delle maschere e, pertanto, nessuno è ciò che sembra.
Dietro a quella facciata rassicurante potrebbe nascondersi un mostro, non metaforico ma incredibilmente reale, perciò non ci si può più fidare di nessuno, né dei nostri amici, né delle autorità, né della comunità in cui viviamo, ma solo ed esclusivamente dei nostri familiari e in alcuni casi nemmeno di quelli.

E se il cinema horror ha da sempre rappresentato, anche attraverso la saga di Saw (James Wan e Darren Lynn Bouseman hanno dato vita a un fenomeno culturale), una grande metafora delle paure che affliggono la società, il messaggio allora appare decisamente chiaro e terribilmente inquietante. Non resta che vedere quali incubi ci riserva questo nuovo capitolo, Saw: Legacy.

di Marco Filipazzi
Ti piace questo articolo?
No
100 No
Condividi:
Lascia un commento a questo articolo.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


Dragon Ball Super: Broly

€1.667.054
Green Book

€1.084.075
Domani è un altro giorno
€706.326
Ancora auguri per la tua morte
€553.932
10 giorni senza mamma

€551.831
REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo