Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus
Vai alla scheda

Bernardo Bertolucci presenta la versione restaurata di Ultimo Tango a Parigi alla Fondazione Prada di Milano

A Milano Bertolucci ha presentato la versione restaurata di Ultimo tango, inserito nel nuovo calendario di proiezioni del cinema di Fondazione Prada

Nel nuovo calendario di proiezioni del cinema di Fondazione Prada c’è anche Ultimo tango a Parigi: Bernardo Bertolucci, accompagnato da Germano Celant e Felice Laudadio – presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia – ha presentato la versione restaurata, con audio originale in inglese e francese, di questo cult della storia del cinema.

Film del 1972, è da sempre considerato un’opera difficile e controversa per via delle tematiche e sequenze molto forti, che all'epoca sconcertarono critica e pubblico. Sequestrato, censurato e condannato, col passare degli anni è stato rivalutato. Anche per la sua storia travagliata, è diventato un tassello imprescindibile per chi si voglia avvicinare alla Settima Arte.
Foto Articolo
Laudadio con il suo intervento ci spiega l'importanza del restauro, definito da lui stesso dovuto e indispensabile. La pellicola originale è stata recuperata dagli studi della Metro Goldwin Mayer a Los Angeles e Vittorio Storaro, storico direttore della fotografia, ha proceduto con il restauro durato più di un anno.

Un lavoro minuzioso, svolto sotto il rigido controllo dello stesso Bertolucci, sempre vigile e attento alle sorti della sua pellicola.

Prima di Fondazione Prada, la copia restaurata è stata presentata esclusivamente a Bari, al teatro Petruzelli: dal 21 maggio verrà distribuita in tutte le sale italiane con una tiratura di 120 copie - numero altissimo per un restauro! - tra le quali 30 in versione originale con audio in inglese e francese. Il doppiaggio, invece, è stato curato dallo stesso Bernardo Bertolucci, che lo ha seguito personamente.
Foto Articolo
Bertolucci commenta la pellicola pre-restauro con un poetico velo. Narra di come questa nuova uscita gli regali le stesse emozioni e le stesse ansie di quando usciva un suo film in sala. Sono emozioni importanti e ringrazia la Cineteca per avergli permesso di provare di nuovo questo brivido.

Definisce il film vecchio e quindi per capirlo chiede agli ospiti in sala di immaginare il contesto in cui Ultimo tango a Parigi è stato creato. Racconta: «C'era ancora l'onda lunga del '68, dove il primo comandamento era trasgressione. E qui la trasgressione probabilmente c'è stata, al di là di quello che noi che l'avevamo fatto pensavamo».

Bertolucci si sofferma anche sulle vicissitudini che hanno accompagnato l'uscita del film e sul conseguente sequestro. Ma soprattutto ci parla dell'importanza e dell'influenza avuta su di lui da parte dell’arte, soprattutto quella di Francis Bacon, visto nella prima grande mostra a lui dedicata al Grand Palais di Parigi. Dichiara di avere lì compreso lo stile che il film doveva avere: l'indispensabile impronta di Bacon la troviamo infatti esplicitata nei titoli di apertura.
Foto Articolo
Marlon Brando e di conseguenza la disperazione sono il centro del film, e tutti i personaggi ruotano intorno a essa. Brando venne scelto da Bernardo Bertolucci perché all'epoca lo vedeva molto vecchio (lui 32 anni, Brando 48): ma a in una recente visione, il regista dichiara che il divo gli è apparso invece piuttosto giovane! Un esempio di come, con il passare degli anni, la visione di un film possa cambiare... anche per il suo regista.

di Samantha Ruboni
Ti piace questo articolo?
No
20 No
Condividi:
Lascia un commento a questo articolo.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo