LOGIN
cerca
Ricerca avanzata
Profilo
Messaggi

Logout
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

home video

Recensioni DVD Recensioni Blu Ray

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

The Follower: Vincenzo Petrarolo racconta il suo ultimo film, un thriller psicologico sullo stalking

Qualcosa di nuovo è in arrivo nel cinema italiano indipendente: Vincenzo Petrarolo presenta il suo The Follower, in arrivo in sala a ottobre

I casi di stalking in Italia continuano ad aumentare e le vittime nella maggioranza dei casi sono donne. Di queste persecuzioni ossessive, molestie insistenti, che spesso sfociano in atti di estrema violenza, si è occupato molto anche il cinema. Da Cape Fear - Il promontorio della paura, 1991, con il tatuatissimo e inquietante ex galeotto Robert De Niro, a Perfect Blue del 1997, film d'animazione che Roger Corman definì la perfetta unione tra Alfred Hitchcock e Walt Disney. Dallo spagnolo Ti do i miei occhi (2003) al quasi horror Bed Time - Troppo amore (2011).

Il filone è ricchissimo, forse perchè unisce terrore, imprevisto e soprattutto morbosità varie, ed è impossibile citare tutte le pellicole.

Ma c'è qualcosa di nuovo in arrivo e stavolta è italiano e indipendente. Abbiamo fatto qualche domanda a Vincenzo Petrarolo, già regista dell’horror mockumentary Lilith’s Hell vincitore del Torino Comix Horror Fest come miglior film horror italiano. The Follower il suo nuovo lungometraggio, uscirà nelle sale ad ottobre e con il tema dello stalking ha molto a che fare.
Foto Articolo
The Follower parla di una bellissima e famosa attrice americana che si trasferisce a Roma per girare un film con un regista importante, ma una volta arrivata a destinazione comincia a essere perseguitata. Cos'altro ci puoi dire del tuo ultimo lavoro?
Perfect blue è un film a cui mi sono ispirato scrivendo il soggetto di The Follower. Sono un amante e fruitore di anime giapponesi e si trova nella top ten dei miei preferiti, è un thriller psicologico pazzesco! The Follower, in realtà, volevo che fosse il mio primo lungometraggio, ma non riuscivo a racimolare il budget giusto per metterlo in opera. Dopo aver diretto Lilith’s hell qualche produttore si è iniziato a interessare alla mia regia e tra questi volevo ringraziare Giuseppe Andreani, Alberto di Venezia e Aurora Messina che mi hanno dato l’opportunità, la fiducia e soprattutto i loro danari per realizzare questo film, molto complesso nella sua struttura narrativa che ricorda i classici di Hitchcock.

Visivamente ho voluto omaggiare i registi che hanno fatto parte della mia formazione cinematografica da Mario Bava a Dario Argento ma soprattutto Quentin Tarantino. Il montaggio è frutto di un lungo lavoro fatto da Andrea D’Emilio e la sua talentuosa assistente Annachiara Sepe. The Follower è un thriller psicologico, ma a tratti ha anche qualche scena un po’ comica e verso la fine diventa un po’ action e un po’ horror e si trova anche un pizzico di romanticismo, con un colpo di scena finale che lascerà sorpreso lo spettatore...ve lo garantisco.

Come hai scelto il cast?
È stato un lavoro certosino. La protagonista, Jennifer Mischiati, è stata selezionata dopo aver visto una marea di attrici. Una volta trovata lei sono passato a cercare il cast che le avrebbe girato intorno, in ordine: Hal Yamanowchy, attore giapponese visto in Wolvering L'immortale, Push e ultimamente anche in Addio Fottuti Musi Verdi. Poi ho scelto l'attore e amico Alessandro Cremono, villain dell'ultimo film di James Bond; Andrea Scarduzio, che ha appena lavorato come coprotagonista in Genius, la serie prodotta da Ron Howard; Valentina Maria Principi, attrice dagli occhi carismatici, che è diventata la regina degli spot in Italia.
Foto Articolo
Tornando a The Follower la realizzazione è stata veramente dura e complessa. Anche la location dell'appartamento di Brenda è stata una scelta meticolosa e, grazie alle scenografie di Marco Tarascio, la casa ha una forte personalità. Le musiche sono state affidate a Michele Josia, concertista e compositore di molte colonne sonore di film internazionali. Gli effetti speciali VFX sono stati affidati a Pierfilippo Siena mentre la fotografia è di un giovane di grande talento, Francesco Ciccone, che ha lavorato di recente a Rabbia Furiosa- Rabbia Furiosa - Er Canaro di Sergio Stivaletti. Il mio aiuto-regista è stato un grande professionista come Dario Cioni.

L'organizzazione generale è stata affidata a mio fratello Gianluca che ha fatto un lavoro pazzesco dandomi un supporto senza il quale non sarei riuscito a portare a casa il film; grazie a tutti questi professionisti abbiamo creato una squadra incredibile e spero che la critica accolga bene questa pellicola perché ho messo tutto il mio cuore per crearla. A ottobre The Follower sarà presente in tutte le sale d'Italia! Dedicherò il film a mio padre che è venuto a mancare 4 mesi fa, lasciando un vuoto è un amaro nel mio cuore che solo chi ha perso una persona amata può capire.

In The Follower ci sono molte scene d'azione...
Devo ringraziare Gianluca Petrazzi, noto maestro d’armi che ha seguito le scene d’azione di innumerevoli pellicole, tra le quali Lo Chiamavano Jeeg Robot. Per merito suo abbiamo creato scene di combattimenti e inseguimenti in moto, molto ben girate! Se siete curiosi ho un canale su YouTube dove faccio vedere come sto sviluppando i miei lavori con una sorta di blog che ho chiamato Diario Di Un Regista Qualunque, con la speranza che un giorno diventi qualcuno!
Foto Articolo
Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi progetti futuri? Ad esempio Suicide Love. Per caso parla ancora di amore malato...?
Suicide love è il progetto pilota di una serie che vorrei proporre a Netflix, con Manuela Zero. Parla di un colpo di fulmine nato tra Dante, un fumettista fallito, e Kristal una ragazza così folle e bella da far perdere completamente la testa al nostro protagonista e portarlo in un viaggio che parte dal paradiso fino ad arrivare all'inferno.

Il tutto narrato in chiave fumettistica, dove a volte le scene diventano un cartone animato e nei dialoghi spesso troviamo monologhi che parlano di anime giapponesi e fumetti della Marvel. Un progetto originale e ambizioso, credo mai visto in Italia! Ora sto già lavorando a una nuova sfida: il mio nuovo film con Alessandro Marinaro sulle guerrigliere di Kobane: un lavoro molto attuale e sociale che spero i miei produttori mi permetteranno di fare..

di Emanuela Di Matteo
Ti piace questo articolo?
No
00 No
Condividi:
Lascia un commento a questo articolo.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


Jurassic World: Il Regno distrutto
€460.464
Obbligo o Verità

€376.550
Papillon

€256.134
Il Sacrificio del cervo sacro
€174.280
Hurricane - Allerta Uragano

€131.688
Effettua il login

Username
Password


RegistratiPassword dimenticata
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo