Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Prossimamente Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
facebook twitter google plus

In The Clear Air: il cortometraggio di Miriam Gregorio su Clare Island

Panorami, grandi distese di sabbia, interviste agli abitanti del luogo: è Clare Island, al largo della Clew Bay, in Irlanda

In The Clear Air, cortometraggio di Miriam Gregorio, regista e artista audiovisiva, è un ritaglio pacato ma luminoso di un pezzetto di terra, l’isola di Clare Island, al largo della Clew Bay, in Irlanda. Tutto nasce dall’idea dell’isola come microcosmo autosufficiente, inteso sia come nazione che come dinamiche sociali e umane, piccolo specchio che riflette qualcosa di più grande.
Foto Articolo
Clare Island è popolata solo da 160 abitanti, tra i quali il proprietario dell’unico negozio di alimentari, un pastore luterano in pensione, e una donna che lavora la lana. Ognuno di loro racconta liberamente la “sua” isola. C’è chi ha lasciato la grande città, Dublino, con tutti i suoi comfort e un lavoro ben remunerato, per tornare, contro ogni interesse pratico ed economico, alle proprie origini, e chi invece ha scelto questo stile di vita per un richiamo ancestrale, e una volta messo piede sull’isola, non l’ha mai più voluta lasciare.

Panorami mozzafiato, grandi distese silenziose di sabbia, mare o erba, si alternano alle interviste agli abitanti del luogo.

I colori sono lunari la sera, rischiarati dalla luce di grandi fuochi, quando ogni seconda domenica estiva si riproduce l’antico rituale dell’accensione dei falò nei pressi della torre, utilizzati in età napoleonica per segnalare l’avvistamento delle flotte francesi.
Foto Articolo
La scoperta che emerge è che, paradossalmente, vivere su un'isola, non spinge a chiudersi in se stessi. Al contrario, costringe ognuno ad esternare le proprie doti e caratteristiche, sfruttandole al massimo, per socializzare e fare gruppo con gli altri. Si rischia sempre di ritrovare le stesse persone, è vero, ma i rapporti si rafforzano e quando c'è bisogno di aiutarsi, non si guarda mai in faccia se si tratta di un nemico o di un amico.

Miriam Gregorio sceglie, come nel suo stile (già nella video installazione Araneomorfi), di guardare alle piccole cose, al dettaglio, a un interno che è rivelatore, per poter decifrare quelle più grandi e lascia spesso parlare le immagini. In questo caso: la bellezza del paesaggio e il suo silenzio.

di Emanuela Di Matteo
Ti piace questo articolo?
No
20 No
Condividi:
Lascia un commento a questo articolo.

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
COMMENTA
Lascia un commento in risposta a .

Per evitare lo spam i commenti anonimi sono soggetti a moderazione e verranno pubblicati solo dopo essere stati controllati. Per commentare immediatamente effettua il login.

Login Registrati
RISPONDI
Spiega il motivo della segnalazione:
Spam
Insulti
Altro, specificare:
SEGNALA

Commenti

Non ci sono commenti per questo articolo COMMENTA
REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo