facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Un matrimonio all'inglese

12/31/2008 11:00

Angela De Angelis

Recensione Film,

Un matrimonio all'inglese

Inizio anni ’30...

2751-.pjpeg

Inizio anni ’30. Larita (Jessica Biel) è una giovane americana bella e alla moda, nonché primo pilota donna a vincere un Gran Premio. Si innamora, ricambiata, del giovane John Whittaker (Ben Barnes), inglese ingenuo e viziato: i due, in brevissimo tempo, convolano a nozze. Quando però tornano in Inghilterra, a casa dei parenti di lui, cominciano i guai. La nuova suocera, Mrs Whittaker (Kristin Scott Thomas), manifesta subito un rifiuto istintivo per la giovane nuora e tutto il portato di novità e progresso proprie di una tale briosa personalità . Le due figlie della donna, all’inizio sembrano affascinate dall’effervescenza e libertà di costumi di Larita, ma ben presto, sotto l’influenza della madre, collaborano a mettere in pratica un vero e proprio boicottaggio fatto di acide astuzie e provocazioni, con l’intento di separare i due sposi. L’unico che sembra astenersi dal conflitto familiare, è il padre di John, Mr. Whittaker (Colin Firth), reduce di guerra troppo cambiato per rispecchiarsi nella sua famiglia borghese e perbenista. La signora Whittaker è fermamente decisa ad estromettere Larita dalla sua famiglia, e cerca di volgere a suo favore ogni tipo di situazione le si presenti, ma la ragazza, in realtà già divorziata e con buona esperienza del mondo nonostante la giovane età, riesce sempre a difendersi con la calma e la schiettezza di chi non ha nulla da temere. Chi invece si dimostra anello debole e pedina influenzabile, è il giovane marito di Larita, John, che, comunque a suo agio nell’ambiente aristocratico e superficiale in cui è cresciuto, non tarda a farsi venire dubbi sull’effettiva profondità dei sentimenti che lo legano alla moglie.


Nel finale, tutti gli insospettati nodi verranno al pettine, i Whittaker non usciranno indenni dalle pressioni a cui il lacunoso ambiente benpensante li sottopone: John forse crescerà e Larita, alla ricerca di una (comunque agrodolce) rivincita, scoprirà che è possibile trovare nuovi e più fedeli alleati lungo il suo cammino.


Tratto dall’opera teatrale di Noel Coward, Un matrimonio all’inglese è un film che coinvolge lo spettatore fin dalla prima inquadratura. Tutto è raffinato e puntuale, dalle splendide location alla scelta della colonna sonora, dai deliziosi costumi vintage alla prova recitativa degli attori. Trasposizione fedele e sofisticata, Elliott (Scherzi maligni, The eye - Lo sguardo) esalta la vivacità della storia puntando sul rilievo tutto attuale e moderno dei caratteri, messi a fuoco dal punto di vista psicologico e velati di sapido umorismo. La pellicola si giova in particolar modo dei dialoghi già ben collaudati del testo teatrale, e magistralmente adattati allo schermo, nonché della capacità di Coward di penetrare con acuto occhio osservatore i difetti e le ipocrite spigolosità dell’alta società del suo tempo, rendendone uno spaccato vivido e godibile.


Ottima la resa del cast, scelto accuratamente, in particolare per i principali protagonisti. Se non c’erano dubbi sulla naturalezza e lo charme di Colin Firth e Kristin Scott Thomas, capaci e brillanti nei panni dei loro tipici personaggi inglesi, deliziosa conferma risulta invece Ben Barnes, splendido e a proprio agio nel ruolo di giovane lord, calzato a pennello grazie alla sua figura elegante e flessuosa. Chi risulta essere una vera rivelazione è Jessica Biel, che nonostante la fuorviante bellezza, si dimostra perfettamente in grado di reggere il confronto con attori più esperti e navigati, ed anzi ne emerge da assoluta protagonista, capace di sedurre, divertire, commuovere. Un film piacevole da vedere e rivedere.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder