facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Zero Dark Thirty

02/03/2013 11:00

Marco D'Amato

Recensione Film,

Zero Dark Thirty

Kathryn Bigelow è una regista di straordinari war movies...

21291-.jpeg

Kathryn Bigelow è una regista di straordinari war movies. Dopo K-19 e il successo di critica ottenuto quattro anni orsono con The Hurt Locker (sei premi Oscar tra cui miglior film e miglior regia), punta l'obiettivo della cinepresa sul più concreto e spaventoso incubo americano degli ultimi quindici anni: la guerra ai terroristi di Al Qaeda e la caccia senza quartiere al loro mentore Osama Bin Laden. La sceneggiatura – frutto del certosino lavoro di Mark Boal – racconta, attraverso il filtro del romanzesco, la vera storia delle indagini della CIA che hanno portato all'uccisione dello Sceicco del Terrore nel maggio del 2011.


La vicenda ruota attorno alla figura di Maya (Jessica Chastain), agente della CIA dislocata all'Ambasciata americana in Pakistan: lo scopo della sua presenza è la raccolta di informazioni su Abu Ahmed, un alias utilizzato da uno dei più fidati corrieri di Bin Laden; a coadiuvarla nella ricerca saranno gli agenti Dan (Jason Clarke), Jessica (Jennifer Ehle) e Jack (Harold Perrineau Jr.). Contro la fitta cortina di dubbi sollevata dai piani alti e l'eccessivo attendismo dei suoi superiori, grazie all'aiuto del capo del Nucleo Operativo Larry (Edgar Ramirez), Maya riuscirà a individuare ad Abbottabad il bunker che dà rifugio non solo ad Abu Ahmed ma anche allo stesso Bin Laden.


Ad impressionare è la cura maniacale nei dettagli che vanno a comporre il mosaico del film: il lavoro di Boal, che ha viaggiato in Pakistan e ha tenuto contatti con chi ha partecipato fisicamente alla ricerca dello Sceicco, è assolutamente rimarchevole. Dai rifugi tribali sulle montagne pakistane al bunker teatro del raid dei Navy SEALs, dagli interrogatori dei prigionieri alle ricerche informatiche fino a spezzoni delle reali conversazioni avvenute tra gli agenti della CIA, ogni singolo tassello del puzzle è perfettamente studiato e posizionato. Le scene di tortura ai prigionieri durante gli interrogatori (tra cui il tristemente famoso waterboarding), i pedinamenti nel traffico nelle caotiche stradine di Islamabad, gli attentati alla base CIA e nel ristorante vengono elargiti all'occhio dello spettatore con una potenza visiva strabordante – notevole, ad esempio, la scena dell'attesa per l'arrivo della macchina di un infiltrato nella base CIA e le sue funeste conseguenze. La tensione accumulata ha un lungo, progressivo sfogo, nel dilatato finale con il raid notturno all'interno del bunker in cui la regista californiana sfodera tutta la sua abilità altalenando inquadrature strette a campi larghissimi, pause a scatti adrenalinici aumentando l'azione con l'avvicinarsi dei soldati all'ultima porta del nascondiglio. La prova, molto fisica, di Jessica Chastain evidenzia l'immagine di una donna che ha impiegato ogni singolo istante della propria vita in una ricerca gigantesca e probabilmente senza fine. Convincente anche il resto del cast, in cui spiccano James Gandolfini nel ruolo dell'allora Direttore della CIA Leon Panetta e Kyle Chandler che interpreta Joseph Bradley, capo della postazione CIA di Islamabad. Se si passa sopra al quid di retorica patriottica americana che fa sempre capolino (l'inizio dedicato alle conversazioni dell'11 settembre), Zero Dark Thirty si può considerare un altro colpo vincente piazzato dall'ex moglie di James Cameron.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder