facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Enemy

01/07/2015 11:00

Maurizio Encari

Recensione Film,

Enemy

Curiosa e affascinante rivisitazione del romanzo L'uomo duplicato

29881-.jpeg

Nel novembre 2013 è uscito nelle sale italiane il film del regista canadese Denis Villeneuve, con protagonista la coppia di star Hugh Jackman/Jake Gyllenhaal. La sintonia professionale tra l'interprete di Donnie Darko e l'autore di La donna che canta era nata qualche mese prima sul set di Enemy (distribuito dopo Prisoners ma girato in precedenza), curiosa e affascinante rivisitazione di un romanzo dello scrittore Premio Nobel José Saramago, L'uomo duplicato. Un tour de-force che vede assoluto protagonista l'attore trentaquattrenne (subentrato in corsa dopo i rifiuti di Javier Bardem e Christian Bale), costretto - così come il resto del cast - a firmare un contratto nel quale si impegnava a non diffondere spiegazioni sulla metafora del gigantesco ragno che appare in una delle scene chiave della narrazione.


Il professore universitario Adam Bell decide di noleggiare, su consiglio di un collega, un film dal titolo Where There's a Will There's a Way. Durante la visione il docente si accorge di una comparsa che appare identica a lui, e cercando tra i credits della pellicola, ne scopre il nome e così l'indirizzo. Spaventato ma anche affascinato dall'improbabile circostanza, Adam decide di mettersi in contatto con il suo sosia che, dopo un'iniziale reticenza, accetta di incontrarlo. Nel momento in cui i due, identici in ogni singolo dettaglio, si ritrovano faccia a faccia, Adam comprende di aver commesso un errore.


Claustrofobico, teso, angosciante e con un epilogo che lascia spazio ad un'opprimente senso di inquetudine. Enemy è un film che mette volutamente a disagio lo spettatore con le sue scelte, stilistiche e narrative, in grado di generare una astiosa ma affascinante tensione emotiva. Dalla scelta della fotografia, dai colori spenti e tenui, alla curata ricerca delle ambientazioni urbane di una città labirintica sino all'efficace, sottile e torbida colonna sonora, l'atmosfera non lascia un attimo di fiato in questo racconto arduo e privo di luce. Denis Villeneuve opta per un ritmo compassato che mette ancor più in risalto le sporadiche esplosioni di violenza morale, preparando nel migliore dei modi all'ambiguo epilogo. Senza dimenticarsi una nota di potente visionarietà nei torbidi sogni del protagonista, l'autore canadese dipinge con toni cupi una storia degradante nei quali i rari aliti di speranza sono destinati ad aver vita breve. In un cast che vede partecipazioni femminili d'eccezione come quelle di Melanie Laurent, Sarah Gadon e Isabella Rossellini, la parte del leone la fa un superbo Gyllenhaal, bravissimo nel caratterizzare in maniera opposta e complementare due personaggi identici soltanto nell'aspetto esteriore.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder