facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

The Divergent Series - Insurgent

03/20/2015 11:00

Aurora Tamigio

Recensione Film,

The Divergent Series - Insurgent

Dopo essere stati dichiarati fuorilegge e costretti alla fuga, Tris (Shailene Woodley) e Quattro (Theo James) hanno trovato rifugio in un piccolo villaggio, pro

30921-.jpeg

Dopo essere stati dichiarati fuorilegge e costretti alla fuga, Tris (Shailene Woodley) e Quattro (Theo James) hanno trovato rifugio in un piccolo villaggio, protetti dai Pacifici. Sempre più innamorati, i due provano a condurre una vita ritirata ma i fantasmi che li perseguitano e la voglia di ribellione agitano la loro tana. I due decidono così di scappare e nascondersi presso gli Esiliati, dove la madre di Quattro da tempo prova a formare un esercito rivoluzionario. È solo fra i saggi Candidi, però, che la coppia di eroi potrà escogitare un piano di rivolta contro la perfida Janine (Kate Winslet) che, intanto, non ha mai smesso di dare la caccia ai Divergenti.


Neppure un primo episodio tanto scadente come era stato quello di Divergent, poteva fare presagire un sequel persino peggiore. Eppure la Divergent Series, tratta dai romanzi di Veronica Roth, torna sul grande schermo con una vicenda "nuova" solo in linea teorica, perchè in realtà gli accadimenti di Insurgent sono pressoché gli stessi della puntata precedente. C'è stavolta solo più romance e un accenno di rivoluzione che serve unicamente da pretesto per combattimenti in stile videogioco. Non c'è politica, ovviamente, non c'è morale - fatta eccezione per la solita elegia della bontà di cuore - e non c'è neanche grande coinvolgimento spettatoriale. Un (altro) piccolo film fantasy con una protagonista che rincorre la sua versione celebre e meglio riuscita di Hunger Games. Già dal primo film, infatti, il paragone con la Katniss di Jennifer Lawrence risultava spietato; se qui Tris mostra qui tutti i suoi limiti non è solo a causa dell'interpretazione imbarazzata di Shailene Woodley: definitivamente guerriera, anche se ancora un po' tormentata, una protagonista tiepida e retorica è tutto ciò che la sceneggiatura riesce a dedurre dal personaggio letterario della Roth.


Come già si evince dalla locandina, la regia di Robert Schwentke – una filmografia divisa tra l'action e il sentimentale, uno stile che conserva ritmo ma anche tanta confusione – si presta, rispetto a quella di Neil Burger, più all'azione che all'introspezione. Eppure Schwentke sceglie di avvilire lo spettatore non solo con estenuanti duelli e armi inverosimili ma soprattutto con una sci-fi sentimentale in chiave adolescenziale. In Insurgent non funziona neanche la storia d'amore: se nel primo capitolo quantomeno lo spettatore vedeva nascere la passione contrastata di Tris e Quattro, qui la relazione fra i due si fa più melensa che mai con tanto di inserto di quadretti familiari che guardano alla commedia. Peccato per i due deboli protagonisti, perchè alcuni degli attori impiegati potevano dare vita a un film, se non ben fatto, almeno avvincente: la Winslet si conferma, infatti, una perfida “Grande Sorella” e la star di Whiplash Miles Teller porta in scena un personaggio sgradevole che, ciononostante, ha più appeal dei “buoni”. Questo secondo episodio cambia regista, sceneggiatori, team tecnico; introduce nuovi personaggi e nuovi interpreti eppure il prodotto finale rimane mediocre. Evidentemente, qualcosa nella storia di partenza della Roth non funziona: forse l'universo distopico creato dalla scrittrice, confuso sulla carta e ancora più pasticciato al cinema, è poco più di un crogiolo di elementi rubacchiati dalla fantascienza classica e dalle saghe più fortunate. Uno sfondo davvero poco verosimile.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder