facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

The prestige

03/12/2010 11:00

Marco D'Amato

Recensione Film,

The prestige

Cristopher Nolan, in collaborazione con il fratello Jonatahan, dopo il grande successo del rivoluzionario Memento, indaga il mondo dello spettacolo e della gran

7001-.jpeg

Cristopher Nolan, in collaborazione con il fratello Jonatahan, dopo il grande successo del rivoluzionario Memento, indaga il mondo dello spettacolo e della grande illusione, la Magia che si contrappone alla Realtà, con The Prestige. Aiutato da un cast stellare e particolarmente ispirato (che vede nei due protagonisti gli apici qualitativi), il regista inglese indaga scavando in profondità su tematiche importanti e sulle meschinità che si creano nei rapporti umani, in particolare tra due individui in competizione serrata: gelosia, follia, ossessione, menzogna, rivalità, desiderio di rivalsa e vendetta.


Alfred (Christian Bale) e Rupert (Hugh Jackman) sono due maghi popolarissimi e baciati da un enorme successo destinato a sfociare in quella rivalità senza esclusione di colpi che affonda le origini agli inizi della loro carriera. Entrambi apprendisti del mago Cutter (un magnetico Michael Caine), i due si rendono protagonisti di uno sfortunato numero di prestigio: costerà la vita alla moglie di Rupert che accuserà Alfred dell’accaduto. La lotta tra i due illusionisti, convinti che la vittoria sarà nelle mani solo di chi tra i due si farà meno scrupoli, avrà sempre la Magia al posto più alto della loro scala di valori, senza badare in alcun modo alle conseguenze. Intorno a loro, la laboriosa Londra di fine ottocento, una donna contesa, Olivia (la bella e spiazzante Scarlett Johansson) e, come arma vincente nel duello tra i due, il geniale scienziato Nikola Tesla (uno straripante David Bowie) e il suo assistente Alley (Andy Serkis).


Il film è impostato esattamente come un qualsiasi gioco di prestigio, diviso cioè in tre parti: la presentazione, il colpo di scena e il prestigio vero e proprio, che si ricollega ovviamente all’adrenalinico finale della pellicola. La fotografia di Wally Pfister regala alle atmosfere e alle ambientazioni un tocco dark che si sposa alla perfezione alle usuali tematiche di Nolan, esaltando il subbuglio interiore dei due protagonisti in equilibrio perenne tra realtà e fantasia, sogno e incubo, rosi da segreti e invidie e dall’eterna sete di vittoria. Bravissimo Nolan nell’unire le potenzialità del classico blockbuster, in una trama che strizza l’occhio al fantasy, un budget enorme che permette praticamente tutto e un cast accattivante, all’introspezione e alle riflessioni di un film drammatico. Il risultato è assolutamente da rimarcare.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder