facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Io che amo solo te

01/13/2017 11:00

Andrea Desideri

Recensione Film,

Io che amo solo te

Una commedia che rimette al centro della storia un territorio, quello pugliese

38381-.jpeg

Chiara e Damiano, entrambi di Polignano a Mare, sono fidanzati da tempo e finalmente decidono di convolare a giuste nozze. I preparativi di questo matrimonio non saranno facili: si fronteggiano due famiglie, unite dalla stessa terra ma divise da credenze, ceto e tradizioni. Questo connubio forzato sarà l’occasione per ritrovare amori mai dimenticati, parenti trascurati e segreti nascosti dall’usura del tempo.


Io che amo solo te è una commedia che rimette al centro della storia un territorio, quello pugliese, dove i vari personaggi si alternano e in un certo senso subiscono un mutamento caratteriale. Marco Ponti, il regista, prende spunto dall’omonimo romanzo di Luca Bianchini ma realizza un film che ha la sua forza nel cast di qualita: non solo Laura Chiatti e Riccardo Scamarcio, di nuovo insieme, ma anche Michele Placido, Maria Pia Calzone, Dino Abbrescia. Inoltre, parecchi caratteristi – alcuni presi in prestito dalla televisione – fanno da spalla: tra loro anche Enzo Salvi, Dario Bandiera, Luciana Littizzetto. Il risultato è una trama ricca di divertenti equivoci che non presta mai il fianco al cattivo gusto, anzi rispecchia una certa mentalità paesana senza scadere nella banalità.


Un film che spinge a riflettere su chi siamo e cosa vogliamo davvero, al di là delle aspettative iniziali. L’imprevedibilità è sempre in agguato, niente è scontato, anche grazie al montaggio veloce che prende le mosse – in parte – dalla commedia americana senza scimmiottarla troppo. Il tema principale resta l’autenticità di ogni rapporto, che sia amoroso o di parentela, e nei paesini ogni relazione viene accentuata. In questo caso viene risaltato il vizio del pettegolezzo, motore di intrecci e sottotrame che serviranno a capire l’importanza della sincerità. Quanto è difficile restare fedeli a se stessi? I nostri intenti sono davvero così ferrei o possono essere smussati in nome del bene comune? Tutte questioni che vengono dipanate nell’arco di novanta minuti, senza rinunciare al sorriso e alla spensieratezza.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder