facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Una giusta causa: la recensione del film su Ruth Bader Ginsburg

04/02/2019 10:00

Emanuela Di Matteo

Recensione Film, biografico, Felicity Jones, Armie Hammer,

Una giusta causa: la recensione del film su Ruth Bader Ginsburg

Un biopic racconta la storia di Ruth Bader Ginsburg, docente, avvocatessa, giudice della Corte Suprema, una delle donne più importanti nella storia americana

Come è iniziata la strada verso la parità di genere nell'America degli anni '60? Stranamente, attraverso la difesa dei diritti di un uomo. La causa tributaria di un maschio bianco, che non può accedere al sussidio che spetterebbe a una donna nelle sue stesse condizioni, fu brillantemente portata avanti da Ruth Bader Ginsburg, docente e avvocatessa, in seguito giudice della Corte Suprema, una delle figure americane più importanti nel raggiungimento della parità dei diritti civili.

 

Ruth è una minuta ma coraggiosa studentessa di Harvard (9 donne in tutto, su classi interamente maschili) che si laurea a pieni voti, nonostante il sentimento sessista che permeava quegli anni, nei quali persino la biblioteca di Harvard era chiusa per tradizione alle donne. Alla storia della carismatica figura di Ruth Bader Ginsburg, che ebbe il merito di cambiare per sempre le cose, già nel 2015 era stato dedicato un tumblr, seguito dal libro Notorious RBG di Irin Carmon e Shana Knizhnik. E quasi in contemporanea con RBG, il documentario del 2018 diretto da Julie Cohen e Betsy West, candidato al premio Oscar, arriva Una giusta causa, della regista Mimi Leder.

foto-fjones-1600505739.jpg

Una giusta causa ci racconta come Ruth (Felicity Jones), dopo la laurea, ottenuta alla fine degli anni '50, crescendo la figlia primogenita e aiutando il marito malato (Armie Hammer), venga esclusa dalla professione di avvocatessa e debba ripiegare sull'insegnamento. Arriviamo agli anni '70 e alle lotte per i diritti civili: si manifesta un mondo migliore e l'utopia sembra accessibile. La stessa figlia di Ruth, Jane (Cailee Spaeny), contesta il sistema partecipando a cortei di protesta e rimprovera la madre di non fare nulla per cambiare le leggi ingiuste.

Allora Ruth decide di iniziare a combattere, non gridando e rivendicando, secondo lo spirito di quegli anni, ma in modo gentile, rispettoso e tuttavia non meno inesorabile. Una giusta causa si concentra principalmente sulla figura umana e privata della donna, operando una scelta evitabile tra biografia e storia, che conduce a un biopic forse un po' parziale, che risente della retorica e prevedibilità presenti anche in alcuni precedenti lavori della regista, specializzata nella realizzazione di serie tv. La fotografia patinata di Michael Grady non migliora le cose, suggerendo ulteriormente l'evidenza, che diventa ridondanza e fa perdere di efficacia al messaggio umano e sociale, enfatizzandolo all'eccesso.

una-giusta-causa-copertina-1280x720-1600505687.jpg

Ciò non toglie che Una giusta causa sia un film ottimamente interpretato, narrativamente efficace e importante per le tematiche trattate, oggi più che mai.

 

Infatti la figura della giudice, che manifestò perplessità sull'attuale presidente Trump ancor prima che fosse eletto, si erge ancora oggi a simbolo di giustizia universale soprattutto per le nuove generazioni. Ruth Bader Ginsburg, che ha dedicato la vita ai diritti delle donne, promuovendo l'uguaglianza di genere, è una delle quattro donne che hanno mai fatto parte della Corte Suprema degli Stati Uniti.


schermata2020-09-19alle10-1600505664.png

Genere: biopic

Titolo originale: On the Basis of Sex

Paese/Anno: USA, 2018

Regia: Mimi Leder

Sceneggiatura: Daniel Stiepleman

Fotografia: Michael Grady

Montaggio: Michelle Tesoro

Interpreti: Felicity Jones, Armie Hammer, Justin Theroux, Cailee Spaeny, Kathy Bates, Stephen Root, Sam Waterston

Colonna sonora: Mychael Danna

Produzione: Participant Media, Robert Cort Productions

Distribuzione: Videa

Durata: 120'

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder