facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

L'inganno perfetto

11/26/2019 11:00

Marcello Perucca

Recensione Film,

L'inganno perfetto

Un inganno talmente perfetto da risultare scontato

54531-.jpeg

L'inganno perfetto: talmente perfetto da risultare piuttosto scontato agli occhi degli spettatori. The Good Liar (titolo originale) è un thriller realizzato dal regista statunitense Bill Condon, presentato al 37° Torino Film Festival nella sezione Festa Mobile. Nella Londra dei nostri giorni Roy Courtnay e Betty McLeish, interpretati rispettivamente da Ian McKellen e Helen Mirren, sono due agiati vedovi avanti con gli anni che si conoscono a seguito di un annuncio su un sito di appuntamenti per la terza età. Dopo il primo incontro, attratti l'uno dall'altra, inizieranno a frequentarsi e Roy si trasferirà temporaneamente a vivere a casa di Betty, ex docente universitaria in pensione. Ma ben presto veniamo ad apprendere che l’uomo non è quello che sembra: Roy, infatti, è un navigato e spietato truffatore specializzato in raggiri finanziari a danno di incauti investitori. Capiremo anche come le sue intenzioni nei confronti della vedova vadano ben oltre un normale rapporto di amicizia e affetto.


Lentamente l’inganno prende forma, sino al colpo di scena finale che, tuttavia, perde di incisività a causa di due flashback inseriti all'interno della sceneggiatura, che riguardano il lontano passato dei protagonisti. Innanzitutto a rendere poco credibile la storia sono i comportamenti dei personaggi, soprattutto quello di Betty, così incredibilmente ingenua a dispetto del suo livello culturale, cosa che dovrebbe far riflettere l’astuto Roy. L'inganno perfetto, tratto dall’omonimo romanzo di Nicholas Searle, è un film che decisamente non mantiene ciò che promette. La sceneggiatura di Jeffrey Hatcher non si rivela all'altezza e la suspence, elemento fondamentale per un thriller, è presente in dosi minime. Tanto che sin da prima della metà del film uno spettatore neanche troppo smaliziato capisce dove esso voglia andare a parare e come evolverà nel finale. A tenere a galla la vicenda è unicamente la prova attoriale: Helen Mirren e Ian Mc Kellen sono veramente bravi nelle loro rispettive parti e si dimostrano all’altezza della loro fama.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder