facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

The Mist

07/06/2010 11:00

Leone Auciello

Recensione Film,

The Mist

King e Darabont di nuovo insieme per una vera e propria pietra miliare dell’horror

8911-.jpeg

Negli ultimi anni attorno all’oscuro regno degli horror movies è sorta un’insana nebbia, che ha avvolto ogni cosa, tenendo nascosti alcuni tesori di un genere un tempo rigoglioso. Privo dell’antico splendore, il cinema del brivido è precipitato in una dimensione narcolettica, incappando in un involutivo ristagno creativo, da cui sono fuoriuscite produzioni di basso profilo creativo e visivo. Tuttavia qualcosa si muove ancora in questa nebbia letale. Passi decisi, incuranti della stasi produttiva generale. È la camminata spavalda di Frank Darabont. Il regista fuoriesce dal torpore globale e dal grigio paesaggio, regalandoci una vera e propria pietra miliare dell’horror. Tale può essere considerato The Mist, terza trasposizione di un racconto kinghiano del movie-maker d’origini magiare dopo Il Miglio Verde e Le Ali della Libertà.


Nella perfetta simmetria della pellicola, a creare uno strepitoso climax ascendente, il preludio alla mostruosa catastrofe è contraddistinto dalla violenta tempesta iniziale, che provoca danni ingenti ad una tranquilla cittadina del Maine e porta lentamente dalle montagne contigue una densa nebbia. David Drayton (Thomas Jane di The Punisher) e suo figlio si recano al supermercato per svolgere le consuete compere, incuranti di ciò che sta per accadere. Poco dopo, infatti, i due, in compagnia degli altri clienti ed inservienti del negozio si rendono conto che la nebbia ha circondato completamente l’edificio. A rendere ancor più carico di tensione l’avvenimento ci pensano le “sorprese” contenute all’interno del fumoso manto bianco. Apocalittici abomini degni del peggior incubo, creature dal mostruoso aspetto rendono impossibile la fuga dal supermercato, che presto si trasforma nel palcoscenico dell’umano delirio. L’istinto di sopravvivenza, le condizioni di forzata prigionia scatenano l’insana pazzia degli esseri umani, rendendoli una minaccia ancor peggiore delle terribili presenze all’esterno.


Un horror finemente realizzato ha l’obiettivo di coinvolgere psicologicamente lo spettatore, facendolo fluttuare in uno spazio emotivo tra tensione e terrore in un’oscura dimensione di ignoto. Daramont realizza il tutto in maniera pregevole, basando l’intera opera sui principi fondamentali della paura incastonata su celluloide. Con una sapiente regia, che si avvale di intensi primi piani per evidenziare le emozioni dei personaggi e campi lunghi per risaltare l’opprimente e claustrofobica natura dei luoghi, cattura con maestria lo sguardo dello spettatore. Il meccanismo narrativo, quasi a ricordare alcune opere di George Romero, pone in grande risalto una critica spiccatamente sociale, che non risparmia politica né religione. Il variegato campionario umano presente all’interno del supermercato, sottoposto al panico e alla disperazione, porta ad una completa distruzione della razionalità. Con un pessimismo dal fascino dark e una velata ironia il regista ci offre un ritratto di una società, devastata da superstizioni e credenze, capaci di inglobare prepotentemente paure e paranoie. Darabont si permette infine il lusso di concedersi un epilogo della storia talmente cinico e scioccante da risultare migliore dell’originale scritto da Stephen King (che sembra abbia apprezzato enormemente la modifica dello script). La nebbia lentamente si dissolve e rimane una forte consapevolezza: The Mist è uno dei migliori film horror degli ultimi dieci anni. Parola del Re di Bangor.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder