facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

A star is born: che cosa dice alle donne il film con Lady Gaga

11/03/2020 20:36

Valentina Mira

Editoriale,

L'amore, il successo, una protagonista "brutto anatroccolo": un punto di vista femminile sul film con Lady Gaga e Bradley Cooper

In Cyrano de Bergerac un uomo dall’animo nobile e dalla vasta cultura si vergognava talmente tanto del proprio aspetto da accontentarsi di prestare le proprie parole d’amore a un altro, pur di farle arrivare all’amata. Lady Gaga in A star is born è, in un certo senso, come Cyrano.


Ha una voce potentissima, eclettica e terribilmente emozionante. Ma ai produttori non basta: il suo aspetto la costringe ad arrangiarsi come cameriera in un locale di drag queen, che le permette di cantare. Delle outsider… che aiutano un’outsider.


img


Le premesse alla storia ci sono tutte: una donna magnifica che deve solo sbocciare, la tematica - interessante - del rapporto col proprio corpo in una società che tende a temere e a reprimere la più piccola diversità. Uno star system che cambia i singoli pur di non esserne cambiato. E Ally - così si chiama la protagonista - sembra la persona giusta a rompere quegli equilibri.


Solo che ben presto la trama si trova a ricalcare il copione di tutte le favole Disney (peggiorandola, se possibile). Arriva dal nulla il salvatore di turno, un bel cantante di successo (Jackson Maine, ovvero Bradley Cooper) che scopre il talento di Ally e decide di aiutarla. Sente la voce da cigno che proviene da quel "brutto - si fa per dire - anatroccolo" che dovrebbe essere Lady Gaga. Inutile aprire una parentesi sul fatto che, se Lady Gaga è brutta, il giudizio sui tre quarti della popolazione femminile non può che essere impietoso.


img


Ad ogni modo, il punto è che a Jackson non basta scoprirla e aiutarla, né a lei è sufficiente: inizia una storia d’amore. A livello narrativo non stona, ma è qualcosa di visto così tante volte da assuefare. E se ci si ferma a riflettere, è davvero così normale, o quantomeno auspicabile, che una donna debba avere una relazione con quello che è di fatto il suo benefattore lavorativo?


Non per discorsi moralistici, quanto per lo sbilanciamento che provoca un debito di questo tipo in un rapporto a due. Sia dal punto di vista lavorativo (come il film suggerisce più avanti), sia da quello della coppia. Logica vuole che, se la carriera di uno dipende dall’altro, ogni dinamica relazionale ne risulta sbilanciata.


Nel film un paio di volte parte il brano Pretty woman: ecco, A star is born riduce il personaggio interpretato da Lady Gaga in una "pretty woman" qualunque (con tutto il rispetto per il cult con Julia Roberts che si aggrappa al privilegiato di turno (per carità, innamorandosene) per emergere.


img


Peccato perchè invece il film sviluppa, specie nel tema dell'alcolismo del personaggio di Bradley Cooper, un'interessante relazione nella coppia protagonista. Un vero e proprio rapporto di co-dipendenza, direbbero gli psicologi: lei fa carriera uscendo dalla rete di controllo di Jackson/Bradley, e lui impazzisce letteralmente. Il suo è un grido d’aiuto, ma lei fa di tutto per “tenere in famiglia” il problema. Il film fa vedere - senza però problematizzarlo, ed è questo il nocciolo della faccenda - che i mostri tenuti nascosti… possono prendere il sopravvento. Ed è esattamente quello che succede.


Se in Cyrano de Bergerac, alla fine, vince una bella interiorità su un brutto naso, che diventa simbolo dirompente e potenzialmente rivoluzionario, in A star is born tutto è sacrificato in favore della bellezza fisica. Anche la tragedia umana, che è comunque rivendibile sul palco da Ally. A chi importa di una relazione malata se è nata una stella? Scrosci di applausi. A star (system) is born.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder