facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram
Sisbianco
Piano9logobianco
Piano9logobianco
Sisnero

CONTATTI

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

SILENZIOINSALA.COM – Più che spettatori
un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Swallow: la recensione del thriller hitchcockiano di Carlo Mirabella-Davis

07/07/2020 01:00

Samantha Ruboni

Recensione Film, Thriller, Carlo Mirabella-Davis, Haley Bennett,

Swallow: la recensione del thriller hitchcockiano di Carlo Mirabella-Davis

Swallow è un thriller di Carlo Mirabella-Davis che evoca atmosfere hitchcockiane e fincheriane

Presentato in anteprima in Italia al 24esimo Milano Film Festival e in anteprima mondiale al Tribeca Film Festival, Swallow è un thriller di Carlo Mirabella-Davis che evoca atmosfere hitchcockiane e fincheriane. Parlando di un tema molto delicato, come il disturbo alimentare, il regista riesce anche a parlarci di altre due tematiche altrettanto delicate e importanti: l’oggettificazione della donna e l’aborto. 

swallow-film-2020-haley-1597162224.jpg

Hunter (Haley Bennet) è la moglie perfetta, con un marito perfetto in una casa perfetta. È da poco rimasta incinta, ma sente che qualcosa manca. Di giorno vaga da sola nell’enorme casa vuota, passando le giornate ad attendere che il consorte assente torni a casa. Finchè qualcosa scatta in Hunter, per riempire quel vuoto e quella necessità di perfezione che la attanaglia. Qualcosa che diventa l’occasione per una fuga da una prigione dorata e da un torbido passato.

Il film può essere diviso in due parti: la conoscenza e la consapevolezza. La prima parte è una lunga analisi e presentazione di Hunter, una donna che somiglia alla casa in cui abita: minimalista e perfetta. Una moglie trofeo, che non deve avere né dare problemi. Una bellezza algida che vaga per questa casa vuota, come un fantasma, senza un obiettivo nella vita. Fino a quando Hunter legge un manuale di autoaffermazione, che le consiglia di regalarsi ogni giorno qualcosa d’inaspettato. qualcosa scatta in lei: una lucida biglia, conservata in una preziosa scatoletta, sembra quasi chiamarla. Da quel momento, scopre un piacere che non aveva mai provato e che la porterà a una dipendenza sempre più pericolosa. Nella sua ossessione, la donna conserva preziosamente tutto ciò che è in grado di ingerire, come se fosse una sfida con se stessa a ingoiare oggetti sempre più grandi e pericolosi.

040978a0bde6c7656b9a1d3a3898248ff5-19-swallow-lede-1597161012.jpg

La seconda parte del film è dedicata al momento in cui questa strana dipendenza viene scoperta dalla famiglia di lui. Inoltre, si scopre che la malattia ha un nome: il picacismo. Tramite le sedute dal terapeuta si scopre il motivo scatenante di questa malattia: un passato nascosto da anni di negazione. Ciò diventa la spinta per Hunter a riprendere la sua vita in mano e a realizzare un’importante decisione per il suo bene e per la sua libertà.

 

Sin dall’intro iniziale, Swallow focalizza l’attenzione all’apparato digerente e al tratto digestivo: l’agnello sgozzato, i commensali che ne mangiano le carni… tutto ruota attorno all’ingestione. Anche le pubblicità e i programmi tv che Hunter guarda, accompagnandosi con una grande ciotola di patatine, parlano di cibo o di dentifrici o del mangiare la placenta (il legame con la gravidanza di Hunter è evidente). Vari generi si mixano in questo film: thriller, dramma psicologico, azione. Il tutto viene messo in scena con perfezione estetica e con una fotografia attenta e curata. Il film funziona anche per l’interpretazione magistrale di Haley Bennet, presa in considerazione dai pronostici per le possibili nomination agli Oscar 2021.


locandina-3-1597161069.jpg

Genere: thriller

Titolo originale: Swallow

Paese/Anno: USA, Francia 2019

Regia: Carlo Mirabella-Davis

Sceneggiatura: Carlo Mirabella-Davis  

Fotografia: Katelin Arizmendi

Montaggio: Joe Murphy

Interpreti: Haley Bennett, Austin Stowell, Elizabeth Marvel, David Rasche, Denis O'Hare

Colonna sonora: Nathan Halpern

Produzione: Charades, Logical Pictures, Stand Alone Productions, Syncopated Films

Distribuzione: -

Durata: 96'

Data di uscita: -

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
instagram

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

www.silenzioinsala.com @ All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience  | P.IVA 10731440961

zhifei-zhou-XO4A1pWBEbE-unsplash

Supporta Silenzio in Sala

Il sito nasce dalla nostra passione smisurata per il cinema e dal lavoro duro della nostra redazione, di chi scrive, di chi edita gli articoli, di chi segue la parte tecnica, il canale YouTube, i social e tutti i contenuti che Silenzioinsala.com produce (da anni e anni e anni).

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder