photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Jane par Charlotte (2021), la recensione: il documentario di Charlotte Gainsbourg su sua madre Jane Birkin

05/01/2022 18:00

Cristiano Salmaso

Recensione Film, Film Documentario, Film Francia, Charlotte Gainsbourg, Jane Birkin,

Jane par Charlotte (2021), la recensione: il documentario di Charlotte Gainsbourg su sua madre Jane Birkin

C’è qualche bel momento, ma resta tra madre e figlia una distanza che il film non riesce a colmare.

«Fuck you Serge Gainsbourg». Comincia con queste parole, pronunciate da Jane Birkin durante un concerto a Tokyo, il film che sua figlia Charlotte Gainsbourg le ha dedicato. Jane par Charlotte ci prova subito a sgomberare il campo da quel cognome troppo ingombrante: nominato altre volte affettuosamente, Serge Gainsbourg comparirà infatti solo qualche istante, in un filmato di famiglia.

jane-by-charlotte-scaled.jpeg

La sua casa parigina al 5 di rue de Verneuil, con i ricordi di quegli anni di ebbrezza ininterrotta, è invece uno dei luoghi cardine (Charlotte Gainsbourg inaugura, proprio in questi giorni, l’apertura al pubblico della casa museo). Tanto che il film stesso, privo di un suo centro, sembra cercarvi proprio lì un posto dove fermarsi.

jane-par-charlotte.jpeg

Parte dal Giappone, ritorna a Parigi, riparte per New York; in mezzo fa tappa negli studi di posa, dove Charlotte chiacchiera con la madre mentre la fotografa.

Jane par Charlotte, che già nel titolo paga il dazio a Jane B. par Agnès V., cerca un proprio stile per affrancarsi dall’ingombro delle sue figure. Agnès Varda, inarrivabile anche come fotografa, raggirava l’ostacolo addirittura con uno specchio che rifletteva la sua immagine; della fotografa (come la sorellastra Kate, morta suicida) Charlotte Gainsbourg si assume nel film il ruolo, ma poi ruba la scena a Jane Birkin anche quando non vorrebbe.

jane-3.jpeg

Era lei la “bambina misteriosa e segreta” che attraeva e intimoriva la madre («Posso toccarti il seno?» le chiede Jane) e ancora di più (troppo?) il padre, che nel 1986 girò quel Charlotte forever per molti indecente. Figlia di due autentiche icone di stile negli anni '70, erede a sua volta di un carisma anche fonte di disagio, Charlotte Gainsboug si cimenta dietro la macchina da presa con un lavoro ancora debole e incerto.

Un documentario nel presente che, senza fermarsi ai ricordi, cerca un contatto - visivo, fisico ed emotivo - con la sua protagonista: Jane par Charlotte, ma anche il contrario, o addirittura Charlotte par Charlotte, perchè Jane Birkin finisce per restare sempre all’ombra della figlia (e dell’ex compagno).

Charlotte Gainsbourg si nasconde dietro la sua macchina fotografica con in testa Warhol e Mapplethorpe (con la cui musa, Patti Smith, ha una curiosa somiglianza): trova sì qualche buona immagine, ma mai quella decisiva.

 

E non va meglio quando la scrittura prende il posto delle immagini, come nel suo monologo finale. C’è anche qualche bel momento, come quello in cui cantano insieme, ma resta tra madre e figlia una distanza che il film non riesce a colmare.


jane-1.jpeg

Genere: documentario

Titolo originale: Jane par Charlotte

Paesea, anno: Francia, 2021

Regia: Charlotte Gainsbourg

Sceneggiatura: Charlotte Gainsbourg

Fotografia: Adrien Bertolle

Montaggio: Anne Person, Tianès Montasser

Interpreti: Charlotte Gainsbourg, Jane Birkin, Jo Attal

Produzione: Deadly Valentine, Nolita

Durata: 86'


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder