photo
le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

American Skin (2019), la recensione del film di Nate Parker prodotto da Spike Lee

05/07/2020 22:04

Samantha Ruboni

Recensione Film, Film Drammatico, Spike Lee, Black Lives Matter, Nate Parker, Film USA, Eagle Pictures,

American Skin (2019), la recensione del film di Nate Parker prodotto da Spike Lee

Il film ha la capacità di immergerci completamente nel terrore, nell’agonia, nella rabbia e nella sete di giustizia del movimento #BlackLivesMatter

Presentato alla 76esima Biennale di Venezia e vincitore della sezione Sconfini come Miglior Flm, American Skin è il secondo lungometraggio di Nate Parker dopo The Birth of a Nation. Prodotto da Spike LeeAmerican Skin inizia con la polizia che ferma una macchina: all’interno c’è Lincoln Jefferson e il figlio K.J di soli 14 anni.

I due vengono controllati con la scusa della velocità, anche se in realtà non andavano così forte; da qui comincia una sorta d’interrogatorio seguito da un’ispezione, che sembra portare a trovare una qualsiasi prova di qualcosa che non va.

schermata2021-05-03alle17-24-48-1620055601.png

Padre e figlio sono impauriti, in macchina, con le mani alzate e le torce puntate in faccia.

Ogni loro minimo movimento deve essere spiegato al poliziotto, che intanto ha trovato solo che l’assicurazione è scaduta. Lincoln spiega che ci deve essere un errore, ma con quella scusa viene fatto uscire dalla macchina. Il figlio capisce che c’è qualcosa che non va e tira fuori il telefonino per filmare l’accaduto. Il poliziotto chiede quindi anche a K.J di uscire dalla macchina e di mettere via il telefono. Ma sull'esitazione del ragazzo succede la tragedia.

È una sequenza iniziale agghiacciante e potente, che Parker gira con un forte realismo immergendoci in una di quelle situazioni purtroppo fin troppo note. È solo l’inizio di un film che possiamo definire diviso in tre sezioni: la prima parte, quella del fatto avvenuto; la seconda, dove uno studente di cinema vuole realizzare un documentario sulla vicenda; la terza, dove avviene il confronto diretto tra polizia e comunità black. 

Il film ha la capacità di immergerci completamente nel terrore, nell’agonia, nella rabbia e nella sete di giustizia del movimento #BlackLivesMatter, che in questi giorni di nuovo sta smuovendo l’America. Nate Parker ha sviluppato il film dalla notizia dell’omicidio di Michael Brown, nel 2014: un ragazzo neodiplomato di Ferguson, assassinato da un poliziotto bianco.

 

Si scoprì poi che il ragazzo non solo non era in possesso di armi, ma solo sospettato di furto, ma che in realtà il contatto iniziale non era avvenuto a causa della rapina. Le connessioni tra la rapina e l’uccisione di Brown risultarono da sempre contrastanti. 

wmlkmgog-1620055620.png

Ieri Michael Brown, oggi George Floyd, brutalmente soffocato a sangue freddo con la faccia schiacciata sull’asfalto dal ginocchio di un poliziotto bianco. La polizia che dovrebbe difendere e aiutare i cittadini, ma che da quella divisa sembra solo trarre un potere che li fa sentire superiori, perfino alla vita di un essere umano. Una violenza che ha le radici nella paura del diverso e che porta a uccidere piuttosto che a capire.

 

Un punto di vista che Parker riesce a spiegarci molto bene, in un film carico di significati e che oggi è più attuale che mai.


american-skin-2019-nate-parker-recensione-932x460-1597262349.jpg

Genere: drammatico, thriller

Titolo originale: American Skin

Paese/Anno: USA, 2019

Regia: Nate Parker

Sceneggiatura: Nate Parker

Fotografia: Kay Madsen

Montaggio: Billy Weber, Matthew Feinman

Interpreti: Beau Knapp, Miluana Jackson, Nate Parker, Omari Hardwick, Shane Paul McGhie

Colonna sonora: Henry Jackman

Produzione: Sterling Light Productions, Tiny Giant Entertainment

Distribuzione: Eagle Pictures

Durata: 89'


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder