photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

«C'è bisogno di parlare del cinema d'animazione»: intervista a Giulietta Fara, direttrice artistica del Fut

07/12/2021 20:05

Aurora Tamigio

Festival, Future Film Festival, Film Animazione, FutureFF21,

«C'è bisogno di parlare del cinema d'animazione»: intervista a Giulietta Fara, direttrice artistica del Future Film Festival

Due chiacchiere con Giulietta Fara, direttrice artistica del Future Film Festival, per parlare di cinema, animazione e nuove tecnologie

Due chiacchiere con Giulietta Fara, direttrice artistica del Future Film Festival, per parlare di cinema, animazione e nuove tecnologie.

Torna a Bologna il Future Film Festival: festival internazionale del cinema di animazione dall'8 al 12 dicembre. Il tema dell’edizione 2021 è Split Screen, per raccontare i numerosi modi che esistono per essere spettatori, anzi spettattori. Silenzioinsala.com è media partner dell’evento.

 

Per raccontarci il Future Film Festival 2021 e parlare con noi di cinema, animazione e nuove tecnologie, abbiamo chiacchierato con Giulietta Fara, direttrice artistica del Festival.

gfara.png

Giulietta, per iniziare, volevo chiederti di raccontarci a modo tuo il Future Film Festival: qual è l'idea che ci sta dietro, che cosa ti piacerebbe che arrivasse agli spettatori alle spettatrici

 

Il Future Film Festival è nato più di vent'anni fa con l'idea di parlare di animazione ed effetti visivi in un momento in cui non ne parlava nessuno. In un momento in cui, soprattutto, l’animazione era considerata un prodotto per bambini e gli effetti visivi erano considerati “il male” laddove il computer interveniva all'interno di una ripresa cinematografica, d'autore, per creare “con le macchine” e non a mano.

 

Abbiamo lavorato per anni con l'obiettivo di sdoganare l'animazione per adulti e far cambiare idea alle persone, anche agli addetti ai lavori, per raccontare che dietro qualsiasi effetto visivo creato con il computer c’è un essere umano. Tutto è nato da due stimoli: Toy Story, uscito nel ‘95 - il primo Festival è del ‘99 - e l'altro Titanic, uscito nel 1998, che può tranquillamente essere considerato un film all’80% in animazione al computer.

maxresdefault.jpeg

Questa edizione parte, sin dal titolo, Split Screen, come un'analisi su come guardiamo i contenuti e quindi sulle tecnologie non soltando come strumento produttivo ma anche come strumenti che ci condizionano e permettono di vedere in altro modo. Abbiamo coniato questo termine, spettattore: lo spettatore non è più un soggetto “passivo” mentre vede un film, ma è soggetto attivo che interviene. In questo senso diamo spazio alla realtà virtuale, alla realtà aumentata.

 

Questo perché nel nostro Paese c'è bisogno di parlare del cinema d'animazione per adulti, perché in sala ne esce davvero troppo poco rispetto a quello che viene prodotto in Europa, anche in Italia e nel mondo.

strappare-lungo-i-bordi-recensione-6.jpeg

Ci ha insegnato qualcosa il successo dirompente della serie tv Netflix di Zerocalcare, Strappare lungo i bordi (di cui tra l’altro il Future Film Festival presenterà il making of in anteprima italiana il prossimo 10 dicembre). Dal tuo punto di vista, qual è il panorama in Italia per quanto riguarda il mondo dell'animazione?

 

Il contesto dell’animazione contemporanea in Italia è in crescita. Crescita dal punto di vista delle produzioni e delle relazioni internazionali, ma anche delle coproduzioni. Pensiamo alla casa di produzione napoletana Mad Entertainment, che ha fatto uscire da poco Yaya e Lennie: loro fanno sia animazione per adulti sia per bambini. E poi ci sono canali che sempre più si interessano a produrre e distribuire: con la nascita di nuove piattaforme e di altre catene distributive, chi produce animazione è avvantaggiato. 

future-ff-21-.jpeg

Quali pensi siano le possibilità più interessanti che si aprono dalla relazione sempre più stretta tra cinema/televisione e nuove tecnologie? Penso, per esempio, all'applicazione della realtà aumentata o della realtà virtuale.

 

Intanto ogni tecnologia va utilizzata per quello che può dare. L’immersione AR/VR è consigliata per mezz’ora, quindi ad esempio non è adatta al lungometraggio. In generale queste tecnologie hanno senso se c’è interazione. Altrimenti, se devo stare seduta e vedere un contenuto, forse allora l'interazione va creata con altro: magari facendomi creare i palinsesti, i finali diversi, facendomi giocare al gioco del film.

 

Quali sono, secondo te, i generi cinematografici che hanno accolto meglio queste tecnologie? 

 

Per esempio la visione 360° per un documentario può essere interessante, purchè il documentario duri al massimo mezz'ora. In generale i lungometraggi tratti da fumetti o i film di supereroi, dove si utilizzano molti effetti visivi o CGI, si prestano a interventi efficaci. Come anche la fantascienza e il fantasy. 

future-film-festival-2021-evag1200x630.png

Ultima domanda. Se avessi budget infinito ci sarebbero autori o autrici che porteresti al Festival l'anno prossimo o tra due anni? Qualcuno che ti sembra veramente illuminante nel campo.

 

In realtà se avessi infinito budget farei altro. Renderei fruibile il Festival a più persone, renderei meno fisso in una sola location il Festival: quest’anno abbiamo provato Modena/Bologna, mi piacerebbe portare il Festival in molti più luoghi e a dare la possibilità a più persone di parteciparvi. E se avessi ancora più budget, probabilmente distribuirei molti di questi film di animazione che non vengono mai acquistati in Italia. Ormai, dopo tutti questi anni, abbiamo una collezione eccezionale.


FUTURE FILM FESTIVAL 2021
1-2 dicembre: MODENA – Laboratorio Aperto 
8-12 dicembre: BOLOGNA – DumBo, Cineteca, DMS, Das


Silenzioinsala.com è mediapartner del Future Film Festival 2021: seguiteci per non perdere nemmeno una novità di questa edizione.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio