photo
le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Red (2022), la recensione del film Disney Pixar che parla di pubertà (e mestruazioni)

19/03/2022 14:00

Samantha Ruboni

Recensione Film, Disney+, Film Animazione, Disney, Domee Shi,

Red (2022), la recensione del film Disney Pixar che parla di pubertà (e mestruazioni)

Red ha fatto subito sentire la sua voce, con le sue tematiche semplici ma davvero al passo con i tempi.

Uscito direttamente sulla piattaforma Disney +, Red ha subito fatto sentire la sua voce nel catalogo Disney Pixar con le sue tematiche semplici ma davvero al passo con i tempi.

59692.webp

Siamo a Toronto nel 2003. Mei ha 13 anni e si divide tra la scuola, gli amici e i doveri imposti dalla madre. È una ragazzina sicura di sè, come vediamo dalla presentazione iniziale, dove irrompe sulla scena cantando e sculettando allegra.

Per seguire le sue aspirazioni, però, Mei lascia spesso da parte il divertimento e la vita da ragazzina, per stare al passo con quello che la famiglia le chiede. Finchè, una sera, l’adolescenza irrompe: per la prima volta, Mei prova attrazione fisica per un ragazzo al quale non aveva mai dato peso. Ovviamente la madre lo scopre e, dopo una forte umiliazione, Mei decide di andare a letto. La mattina dopo, la protagonista si sveglia come un gigantesco...panda rosso! E da qui la vita di Mei cambierà per sempre.

turning-red.jpeg

È interessante vedere come il cambiamento di Mei possa essere messo a confronto con un grande classico della letteratura: La Metamorfosi di Kafka.

 

Nel racconto, Gregor si sveglia una mattina trasformato in uno scarafaggio e, per tutto il racconto, cercherà di regolare la propria vita a questa sua nuova e particolare condizione, soprattutto nei riguardi dei genitori, delle sorelle e del datore di lavoro.

E la metamorfosi è ciò che accade anche a Mei: solo che, a differenza di Gregor, che non conosce il motivo della trasformazione, la nostra protagonista sa il perché del cambiamento: è arrivato il ciclo mestruale.

turning-red-bathroom.jpeg

Mei è nel pieno del suo menarca: è goffa, gonfia, fuori luogo, non sa cosa fare e si nasconde in bagno, che diverrà uno dei luoghi più utilizzati in tutto il film. In Red questo comportamento viene giustificato con il suo cambiamento in un fluffoso e rossissimo panda, ma in realtà è ciò che ogni ragazzina prova all’arrivo del primo ciclo.

Le mestruazioni arrivano così, senza preavviso, e sono qualcosa di enorme, spaventoso e rosso, proprio come il panda. Se per gli adulti sono qualcosa da nascondere e tenere segreto, Mei invece imparerà ad abbracciare questa novità, questo suo nuovo essere sé stessa, con orgoglio e consapevolezza.

All’inizio, però, come tutte noi, Mei non è a suo agio nel nuovo look e subisce l'invasione della madre che, come un agente segreto, la riempie di nascosto di assorbenti. Proprio gli assorbenti sono l’unica parte del ciclo mestruale che non viene metaforizzata: vengono mostrati sullo schermo, in tutta la loro normalità. 

E per la prima volta, in un cartone animato Disney, viene mostrato anche l'eccitamento sessuale delle protagoniste: 13enni, attratte da ragazzi e ragazze. Nel mondo dei cartoni animati - tranne negli anime - alle ragazze non è permesso eccitarsi; ci mancherebbe, devono essere caste e pure, principesse, per trovare l'uomo ideale che le sposi. In Red, invece, le ragazzine hanno finalmente stelline negli occhi e bavetta alla bocca. Come è successo a tutte noi, insomma, davanti a qualcuno che ci piace.

turning-red-1-1637281968050.png

Ma il grande panda rosso è anche la metafora del nostro io interiore: la personalità che impariamo a conoscere e che non dobbiamo nascondere, per essere veramente noi stessi.

 

Prima della trasformazione, infatti, Mei, cela la vera sè; quando, però, il panda esce allo scoperto è un colosso enorme e senza controllo, impossibile da nascondere. Il fatto che Mei impari ad accettarlo e ad accoglierlo, la rende - di fatto - anche più matura di sua madre: lei, il suo panda lo sa gestire. Senza nasconderlo e reprimerlo.

Il panda rappresenta quel cambiamento tra pubertà e adolescenza che i genitori non comprenderanno mai, ma che, invece, è l'inizio della nostra vera personalità.

turning-red-pixar-still-culture.webp

Possiamo dire quindi che con Red la regista, classe 1987, Domee Shi, sia riuscita nell’impresa, che sembrava impossibile, di parlarci di pubertà e mestruazioni senza cadere in inutili stereotipi. Raccontando l’importanza della famiglia che ci scegliamo e della sorellanza, soprattutto in quell'età così particolare e fragile come l'adolescenza, dove tre amiche strampalate possono davvero salvarti la vita.


red_poster_02.webp

Genere: animazione, fantastico, commedia

Titolo originale: Turning Red

Paese, anno: USA, 2022

Regia: Domee Shi

Sceneggiatura: Domee Shi, Julia Cho

Colonna sonora: Ludwig Göransson

Produzione: Pixar Animation Studios,
H Brothers,
HB Wink Animation,
Walt Disney Pictures

Distribuzione: Disney+

Durata: 99'


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio