photo
le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Fantasmi da Marte

29/03/2008 11:00

Leonardo Piva

Recensione Film, Film Azione, Film Fantascienza, John Carpenter,

Fantasmi da Marte

Fantasmi da Marte di John Carpenter ha l'aria di essere un gioco divertente ed auto-celebrativo dell'indiscusso maestro dell'horror: sono innegabili, infatti,

1621-.jpeg

Fantasmi da Marte di John Carpenter ha l'aria di essere un gioco divertente ed auto-celebrativo dell'indiscusso maestro dell'horror: sono innegabili, infatti, le sensazioni di deja-vù legate a ben più illustri predecessori, quali Distretto 13 e 1997: Fuga a New York.


Il film convince poco per motivazioni in gran parte imputabili all'interpretazione scialba di buona parte del cast (Jason Statham e Pam Grier in testa). Meritano però encomio i due veri e propri protagonisti: Natasha Henstridge (tenente Melanie Ballard) che riesce a infondere notevole carisma al suo personaggio e caricarsi il peso del film, ma anche Ice Cube (il criminale Desolazione Williams) che, pur non rendendo credibile il personaggio interpretato, ha dalla sua una recitazione così scanzonata e sopra le righe da renderlo quasi convincente. Tono ironico totalmente assente, invece, nella setta di posseduti, che stermina ogni singolo abitante di Marte con una "discreta" dose di violenza, rappresentando quindi la vera minaccia del film.


Ed è qui che Carpenter dimostra di essere un veterano del genere. Anche con una semplicissima idea (una nube/anima rossa che si impossessa di corpi viventi) riesce ancora una volta a dare spessore e concretezza a questo intangibile nemico: rendendo il Male un vero e proprio personaggio a sé stante, riesce sempre a giustificarne la presenza. Il mestiere di Carpenter si palesa anche in altri frangenti: nel montaggio, nell'uso di flashbacks che, invece di esplicare allo spettatore la situazione, aumentano ancor di più l'alone di mistero che circonda la vicenda e il destino dei personaggi stessi; e nella stupenda colonna sonora, come al solito composta dallo stesso Carpenter, che accompagna la pellicola. Nonostante qualche stento nel decollare, e sebbene non sia uno dei migliori lavori del maestro dell’horror-fantasy, Fantasmi da Marte risulta un prodotto sostanzialmente godibile.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio