photo
le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Aspettando il sole

20/10/2008 10:00

Ilaria Guerrisi

Recensione Film, primo tag, terzo,

Aspettando il sole

“Questa storia comincia così, con un notturno (di Chopin)...

2491-.jpeg

“Questa storia comincia così, con un notturno (di Chopin)...”


Una notte intera, fino al sorgere del sole. Un albergo, il Bellevue che è un luogo-non luogo. Quindici personaggi. Sei storie viste di scorcio, separate alla nascita e che si uniscono per l’epilogo, in Italia, da qualche parte nel 1982, aspettando il sole.


Ago Panini al suo esordio cinematografico costruisce un lungometraggio surreale. Surreali sono le storie - una su tutte quella del termitaio - che si ricongiungono veramente solo in conclusione di pellicola ma che aleggiano come voci e urla l’una sull’altra, perché di notte tutto è possibile. Surreali sono anche i ruoli dei diversi personaggi, che si stravolgono durante il film creando un effetto spiazzamento: un belloccio (Gabriel Garko) che si rivela essere un criminale sfigato, una attrice porno (Vanessa Encontrada) che in realtà è una donna romantica e delicata, una borghese intellettuale (Claudia Gerini) che cerca emozioni forti e parla con i cadaveri... Il tono generale di Aspettando il sole è sostenuto: le luci immutate durante tutta la notte e i personaggi fortemente caratterizzati sono animati da continue incursioni di immagini e suoni esterni alla narrazione, dalla struttura mutevole dei dialoghi, ora con rapidi scambi di battute, ora con monologhi bisbigliati e dilatati. L’anima del film è quella di un noir, ma il suo svolgimento è piuttosto ludico, vivace. Gradevolissima la colonna sonora, curata da Nicola Tescari, che contiene, fra tutte, una bella versione di “Sole” featuring Raiz (ex Almamegretta), che nel film interpreta “Moreno”.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio