photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Leroy & Stitch

04/11/2011 12:00

Vito Sugameli

Recensione Film,

Leroy & Stitch

Si concludono con questo quarto capitolo le avventure intergallatiche cominciate nel 2003 con Lilo & Stitch, giunte ancora una volta all'attenzione dei più picc

15151-.jpeg

Si concludono con questo quarto capitolo le avventure intergallatiche cominciate nel 2003 con Lilo & Stitch, giunte ancora una volta all'attenzione dei più piccoli direttamente in dvd. Un capitolo conclusivo che mette ordine sia in termini di approccio creativo che di narrazione, chiudendo il cerchio e riprendendo i temi cari ai creatori della saga. Per fortuna, la stanchezza dei due lavori precedenti sembra aver subito un netto arresto, dando così l'opportunità ai registi Tony Craig e Bobs Gannaway di mettere fine all'epopea Disney nel modo più delicato e rispettoso possibile.


Lilo, Stitch, Jumba e Pleakley, richiamati all'attenzione del Gran Consiglio, vengono ricompensati per aver riunito e reso socialmente utili tutti i 625 esperimenti precedentemente dispersi sulla Terra. Ad ognuno di loro verrà assegnato un posto nella galassia, ma dovranno separsi per poter toccare con mano il sogno di una vita. Il loro destino verrà tuttavia scosso dal perfido Dottor Hämsterviel, il quale, fuggito di prigione, costringerà Jumba a creare un nuovo esperimento. Il frutto dell'ennesimo piano malvagio del diabolico Hämsterviel porterà alla creazione di Leroy, il gemello cattivo di Stitch, poi clonato con il fine di formare un potente e imbattibile esercito personale. Spetterà a Lilo recuperare i suoi amici nello spazio e fronteggiare questa nuova minaccia.


Con un tono che salta dal dramma nostalgico all'avventura ricca di umorismo e imprevisti, Leroy & Stitch! riscatta l'accettazione della diversità – vista anche nei riguardi di se stessi: Leroy è la versione cattiva di Stitch - nella resa dei conti finale, dove il confronto tra bene e male si risolve in musica. Proprio la sceneggiatura struttura un mosaico di avvenimenti che ritrovano un trait d'union nella figura di Stitch, nel quale vengono incanalati i messaggi etici espressi in precedenza con alterne fortune. Torna Elvis con la sua voce e la grinta strumentale; la comicità slapstick integra prepotentemente quella verbale e le animazioni, migliorate grazie alla computer grafica, non fanno rimpiangere il lungometraggio originale. Una maturità espressa con delicatezza e invenzioni narrative interessanti, nonostante l'inferiorità di mezzi a disposizione. E se il tema centrale dell'addio – convalidato dalla bellissima I'm So Lonesome I Could Cry di Elvis - si scontra con il bisogno universale di libertà, è pur vero che in un cartoon Disney tale drastico saluto suona più simile ad un singhiozzante arrivederci. Magari alla prossima avventura, che venga vinta in questa o in un'altra dimensione, per la gioia dei tantissimi estimatori, Lilo & Stitch rimarranno una coppia indissolubile. Un punto di riferimento per chiunque creda nell'amicizia come valore assoluto, e nutra delle aspettative sociali di integrazione e dialogo.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio