photo
le parti noiose tagliate
footer

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)
sisnero
sisbianco
sisbianco

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Pirati! Briganti da strapazzo

18/04/2012 11:00

Martina Calcabrini

Recensione Film,

Pirati! Briganti da strapazzo

Dopo il successo di film d’animazione come Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro, Giù per il tubo e Gnomeo e Giulietta, sembrava che il famoso

17431-.jpeg

Dopo il successo di film d’animazione come Wallace & Gromit – La maledizione del coniglio mannaro, Giù per il tubo e Gnomeo e Giulietta, sembrava che il famoso studio d’animazione britannico Aardman Animations avesse iniziato a votarsi completamente alla computer grafica. La sua ultima fatica, Il figlio di babbo Natale, lasciava temere una virata produttiva verso la modernizzazione del lavoro. Fortunatamente, con Pirati! Briganti da strapazzo, Peter Lord e Jeff Newitt girano una pellicola d’animazione vecchio stampo, basata su pupazzi di plastilina animati in stop-motion e ripresi fotogramma per fotogramma.


Il Capitano Pirata è un incallito corsaro dei sette mari che, nonostante la barba piena di ricci e una sciabola affilata, non è temibile quanto dovrebbe. Per colpa della sua genuinità l’uomo non riesce a vincere il tanto agognato premio di "Pirata dell’anno". In viaggio col resto della ciurma per battere i rivali Black Bellamy e Sciabola Liz, il Capitano Pirata e il suo secondo, il Pirata con la sciarpa, si imbattono in uno studioso ambizioso e avido: Charles Darwin. Lo scienziato, accorgendosi che Dodo, il braccio destro del Capitano, non è un semplice pappagallo ma il raro esemplare di una specie (creduta) estinta, convince il suo padrone a fermarsi a Londra per partecipare ad un raduno di scienziati. La Regina Vittoria, interessata a Dodo, stringe un patto con il Capitano, ma, è risaputo, lei odia i pirati.


Ispirato al romanzo The Pirates! In an Adventure with Scientists di Gideon Defoe, Pirati! Briganti da strapazzo è una pellicola piena di humour britannico e di quell’ironia sottile tanto cara in casa Aardman. I protagonisti, modellati e colorati a mano, sono dotati di un’espressività istrionica e disarmante tanto che spesso, inconsciamente, ci si dimentica della loro artata natura. Ad esclusione dei cieli e dei mari realizzati in CGI per esigenze di set, tutte le ambientazioni della pellicola sono realizzate in plastilina: galeoni, palazzi reali, manieri, carrozze, vasche da bagno utilizzate come mezzi di trasporto, mongolfiere, le spiagge di Blood Island e persino le fredde scenografie della nebbiosa Londra vittoriana. Variegati sono i riferimenti a personaggi e temi cari al mondo cinematografico e fiabesco: dal Pirata che perde un occhio a Sciabola Liz - che ricordano personaggi della saga Disney Pirati dei Caraibi - al Capitano con l’uncino e la gamba di legno che richiama le avventure di Peter Pan. Anche il piano sonoro è inondato di citazioni illustri, come quando, durante l’esposizione pubblica di Dodo, il tema di 2001: Odissea nello spazio irrompe prepotentemente nella scena. La pellicola di Lord e Newitt è un'avventura che fluttua su un vortice di divertimento, in grado di scatenare, a favore di un pubblico variegato, una girandola di colori e buoni sentimenti.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

cinemadvisor

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio