photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

American Pie - Ancora Insieme

18/04/2012 11:00

Erika Pomella

Recensione Film,

American Pie - Ancora Insieme

Piccoli degenerati crescono...

17441-.jpeg

Piccoli degenerati crescono. Era il 1999 quando gli amici della East Great Falls giunsero a sbancare i botteghini di tutto il mondo. Da allora il franchise di American Pie non ha smesso di irretire un numero sempre maggiore di spettatori, anche grazie a quattro spinoff usciti solo per il mercato home video. A questi ultimi e alla trilogia originale va ad aggiungersi American Pie - Ancora Insieme. Scritto e diretto da Jon Hurwitz e Hayden Schlossberg, la pellicola presenta gli storici protagonisti dei primi tre capitoli alle prese con le problematiche e le responsabilità dell'età adulta, senza tuttavia rinunciare a quella nota goliardica e sguaiata che ha fatto della saga e dei personaggi ideati da Adam Herz un enorme successo di pubblico.


Archiviati i festini e le tempeste ormonali dell'adolescenza e della prima età adulta, i vecchi alunni della East Great Falls sono cresciuti. Jim (Jason Biggs) e Michelle (Alyson Hannigan) sono sposati, ma il matrimonio - anche per via di un figlio che risucchia tutte le energie - è sessualmente poco attivo. Oz (Chris Klein) è diventato un presentatore dopo aver partecipato al programma televisivo "ballando con le stelle" ed è impegnato con la modella Mia (Katrina Bowden). Kevin (Thomas Ian Nicholas) ha ormai archiviato il suo vecchio rapporto con Vicky (Tara Reid) e si è sposato. Finch (Eddie Kaye Thomas) è un vagabondo di cui sembrano essersi perse le tracce. Infine Stifler (Seann William Scott) lavora per un'azienza non meglio identificata, sopportando le umiliazione e le vessazioni di un dirigente supponente. A più di dieci anni dalla cerimonia del diploma, i ragazzi decidono di fare una rimpatriata che, inutile dirlo, avrà dei risvolti tutt'altro che noiosi.


È indubbio che American Pie - Ancora insieme sia prima di tutto un'operazione di recupero nostalgico. Milioni di persone sono cresciute seguendo le parabole (o molto più spesso le iperboli) dei destini incrociati di quattro amici alle soglie degli eventi più importanti della vita: il diploma, la prima volta, il college, il matrimonio. Quegli stessi spettatori probabilmente assisteranno con un malinconico sorriso al ritorno dei propri beniamini. Tutto ciò, però, senza rinunciare a quell'atmosfera ridanciana ed esagerata che ha caratterizzato l'intero franchise. Ecco allora che i problemi di coppia di Jim e Michelle non si palesano attraverso crisi di dialogo o strategia di allontamento, ma attraverso la ricerca del piacere individuale, che non passa più attraverso l'atto sessuale di coppia, ma più spesso attraverso acrobatiche e divertenti manovre di masturbazione. Tuttavia si farebbe un torto al lavoro dei due registi/sceneggiatori se non si riconoscessero i meriti di una sceneggiatura dal ritmo sostenuto, pronta a rinunciare a qualche volgarità di troppo a favore di una comicità che gioca maggiormente sulle capacità degli attori di (ri)entrare nei loro personaggi, facendoli apparire più reali. Le grottesche visioni che avevano popolato la prima trilogia, fatta di trovate escatologiche al limite del sopportabile per chiunque non rientrasse nel target di riferimento, vengono qui smorzate a favore di una complicità senz'altro più verosimile e, dunque, condivisibile. È proprio in questo allargamento del target che si deve ricercare il maggior successo dell'accoppiata Hurwitz-Schlossberg. Sia ben chiaro: American Pie - Ancora insieme è lungi dall'essere un film per famiglie e lo storico Stifler è sempre pronto a lasciarsi andare alla più torbida brutalità verbale in fatto di sesso, ma i destini e i rapporti dei quattro protagonisti, profumano così tanto di nostalgia e di recupero del proprio passato da rendere la visione godibile per un pubblico molto più vasto della sola fetta di spettatori pubescenti. In effetti il vero protagonista della pellicola non è da ricercarsi in uno dei tanti fortunati personaggi della saga, ma nel rapporto di amicizia che li lega dai tempi del liceo e che viene tratteggiato con più enfasi in questo ultimo capitolo. La complicità tra i ragazzi anche nelle incredibili malefatte (come la vendetta di Stifler nei confronti della nuova generazione di allupati) riesce qualche volta a scivolare anche in toni ed emozioni più elevate, riuscendo nell'intento di mescolare trivialità e sentimento. Elementi che, negli episodi precedenti erano sempre stati accostati senza mai riuscire a fonderli. American Pie – Ancora Insieme è un film divertente e malinconico al tempo stesso, dove il piacere di essersi ritrovati si mescola al rimpianto di un passato ormai lontano, ma non per questo dimenticato. Dove l’amore e l’amicizia vanno di pari passo con le tradizionali impudicizie, fughe sui tetti e l’immancabile trionfo della nudità femminile (seppur con una qualche variante maschile).



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio