photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Donnie Brasco

29/12/2012 12:00

Martina Calcabrini

Recensione Film,

Donnie Brasco

Nel 1997 il britannico Mike Newell, cavalcando l’onda del successo di pellicole come The Good Father – Amore e rabbia e Quattro matrimoni e un funerale, realizz

20931-.jpeg

Nel 1997 il britannico Mike Newell, cavalcando l’onda del successo di pellicole come The Good Father – Amore e rabbia e Quattro matrimoni e un funerale, realizzò Donnie Brasco, gangster movie pieno di azione e adrenalina, ispirato alla vera storia dell’agente segreto Joe Pistone.


America, anni ’70. L’agente speciale Joseph D. Pistone (Johnny Depp) lascia la propria famiglia per dedicarsi anima e corpo a una delicata operazione sotto copertura. Assumendo il nome di Donnie Brasco, l’uomo riesce a conquistare la simpatia del malavitoso Lefty (Al Pacino) e a convincerlo a fargli da garante per entrare a far parte del gruppo dei “bravi ragazzi” di New York. Il rapporto di alleanza e rispetto che nutre per Lefty, però, si tramuta ben presto in un affetto incondizionato e sincero tanto che, giorno dopo giorno, l’uomo smette di essere Pistone per diventare Brasco. La sua immedesimazione nel personaggio, lo allontana definitivamente dalla moglie e dalle figlie, portandolo a tramutarsi in un gangster spietato e violento. Davanti al brutale omicidio di un collega, però, Donnie decide di denunciare i boss della mafia, pur condannando a morte, inesorabilmente, il suo amico Lefty.


Adattando il libro di memorie Donnie Brasco, My Undercover Life in the Mafia, lo sceneggiatore Paul Attanasio (The Bourne Ultimatum) ha cercato di ricreare l’atmosfera glaciale e distaccata che circondava l’ambiente malavitoso di New York. Il regime terroristico creato dalla mafia della Grande Mela era basato su una violenza psicologica impalpabile e indefinita le cui armi preferite erano sguardi assassini e silenzi funerei, diretti a uccidere l’anima della vittima prima ancora del suo corpo. Una vera e propria famiglia di criminali i cui unici valori erano l’onore e il rispetto per i fratelli, a scapito di qualsiasi altra forma umana di sentimento. Accompagnati dalla nebbiosa fotografia di Peter Sova (The Strangers) e dalla decisa regia di Newell, uno strepitoso Al Pacino e un brillante Johnny Depp, divincolandosi tra i richiami ad Al Capone e a Scarface, danno vita a un poliziesco sui generis, capace di coinvolgere ed inquietare lo spettatore, avvinghiandolo in un gioco di tensioni emotive ed obblighi irrinunciabili.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio