photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Kiki - Consegne a domicilio

01/05/2013 11:00

Erika Pomella

Recensione Film,

Kiki - Consegne a domicilio

Un'altra perla del regista nipponico Hayao Miyazaki

22111-.jpeg

Continua il recupero che Lucky Red dedica all'opera del regista nipponico Hayao Miyazaki e, dopo l'uscita - in ritardo di anni - di capolavori come Il mio amico Totoro e Il castello nel cielo, giunge nelle sale italiane uno dei primissimi lungometraggi del fondatore dell'ormai famoso Studio Ghibli. Prodotto in Giappone nell'ormai lontano 1989, Kiki - Consegne a domicilio è tratto dal romanzo omonimo di Eiko Kadono, destinato per lo più ad un pubblico molto giovane; tuttavia, come nella miglior tradizione di Miyazaki, il recupero cinematografico ha fatto sì che una storia dedicata ai più piccoli riuscisse ad allargare il proprio target, arrivando ad abbracciare una platea ideale anagraficamente eterogenea.


Apparentemente Kiki è una ragazzina come tante altre, allegra e piena di vita. Figlia di una strega, è destinata a sua volta a scoprire i propri poteri e, all'età di tredici anni abbandona la propria famiglia per cominciare l'addestramento, come vuole la tradizione. Si trasferisce a Koriko, una cittadina di mare dove, grazie all'aiuto della nuova amica Osono, sfrutta le proprie abilità di strega: per aiutare la panettiera Osono, Kiki comincia ad usare la sua scopa per consegnare pacchi. Questa sua attività le permette di entrare in contatto con il più disparato numero di personaggi, arricchendo così la propria anima e scoprendo se stessa. Aiutata dall’amico felino Jiji e da Tombo, un ragazzo di città appassionato di volo, la giovane capirà l’importanza del proprio talento.


Fu lo stesso Hayao Miyazaki a dichiarare che con Kiki - Consegne a domicilio il suo intento era quello di parlare di solidarietà, di come essa sia stata perduta dalle nuove generazioni, in parte sprovviste di quel sentimento che dovrebbe accomunare gli esseri umani per farli sentire parte di una giostra più grande. Il padre di capolavori come Il castello errante di Howl prende le mosse da sentimenti semplici e universali, tratteggiandoli con lo stile peculiare della sua poetica ecosostenibile fatta di impennate verso la fiaba atemporale, riuscendo, con poche pennellate di colore pastello, ad entrare nel cuore dello spettatore avvinto in una sorta di incantesimo bidimensionale, di sogno ad occhi aperti sul migliore dei mondi possibili. Ecco allora che attraverso le peripezie di una piccola strega, Miyazaki parla della meraviglia dei più giovani affacciati per la prima volta sul sentiero della vita adulta. Trasferitasi in una città che ha ben poco a che vedere con il suo paese d’origine, Kiki appare inizialmente sperduta e delusa da cittadini dall’aria fredda e scostante. L’alienazione dura il tempo di un battito di ciglia, perché, grazie all’empatia che caratterizza tutti i personaggi della tradizione miyazakiana, la protagonista riuscirà a trovare il buono in tutti coloro che la circondano. E in questa caleidoscopica varietà di personaggi e sentimenti, Kiki diventa anche emblema della forza trainante dell’arte, in qualsiasi sua forma. Quando i suoi poteri sembrano sparire, sarà l’amica Ursula – strega pittrice – a svelarle l’importanza dell’ispirazione e, più in generale, dell’arte come strumento di definizione individuale. Sebbene meno riuscito delle opere-manifesto del regista, Kiki - Consegne a domicilio, adagiandosi sulle note melodiose di Joe Hisaishi, è un'opera d’alto livello, poetica e seducente, onirica e divertente, ricca inoltre di quella vitalità propria del cinema d'evasione.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio