photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Bianca come il latte, rossa come il sangue

18/06/2013 11:00

Martina Calcabrini

Recensione Film,

Bianca come il latte, rossa come il sangue

Una malattia improvvisa, devastante, letale che si impossessa del corpo di una ragazza e lo domina, cellula dopo cellula...

22721-.jpeg

Una malattia improvvisa, devastante, letale che si impossessa del corpo di una ragazza e lo domina, cellula dopo cellula. Giacomo Campiotti, regista di Mai più come prima, torna in cabina di regia per realizzare una pellicola intensa e drammatica che, ispirandosi all'omonimo bestseller di Alessandro D'Avenia, racconta, attraverso gli occhi di un adolescente, la difficile accettazione della morte di una persona cara.


Leonardo (Filippo Scicchitano) è un ragazzo timido e introverso che è innamorato di Beatrice (Gaia Weiss) sin dal primo anno del liceo ma non riesce a confessarle il suo amore. Quando scopre che la ragazza soffre di una forma avanzata di leucemia, Leo decide di passare più tempo possibile con lei cercando di farla sorridere e di renderle le giornate meno pesanti.


Colori primari, forti, capaci di riflettere i sentimenti e i moti dell'anima di ogni adolescente meglio delle parole. L'eterna lotta tra amore e morte, passione e disperazione, fede e speranza, viene espressa con un montaggio frastagliato, una fotografia contrastata e vertiginosi movimenti di macchina che rincorrono sogni che stanno per volare via. La spensieratezza adolescenziale lascia presto il posto alla cruda consapevolezza di una realtà che non guarda in faccia a nessuno e colpisce tutti, vecchi e giovani, indifferentemente dalla voglia che hanno di vivere. L'insegnante di italiano - un bravo Luca Argentero - aiuta Leo a trasformare la rabbia, che cova dentro e che lo lacera nel profondo, nella forza necessaria a sopravvivere per superare il dolore della perdita. In questo modo, lacrime e sorrisi coesistono in ogni fotogramma della pellicola, mantenendo perfettamente in equilibrio le note melodrammatiche e quelle comiche. Bianca come il latte, rossa come il sangue si rivela un buon prodotto di genere capace di coniugare la drammaticità della morte con la spensieratezza dei teenager che sperano, ancora, in un mondo migliore.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio