photo
le parti noiose tagliate
footer

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)
sis nero natale 3
sisbianco
sisbianco

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Cani sciolti

23/10/2013 11:00

Gabriele di Grazia

Recensione Film,

Cani sciolti

Baltasar Kormákur dirige un action alla vecchia maniera con protagonisti Denzel Washington e Mark Wahlberg negli insoliti panni di due narcotrafficanti dalle

23921-.jpeg

Baltasar Kormákur dirige un action alla vecchia maniera con protagonisti Denzel Washington e Mark Wahlberg negli insoliti panni di due narcotrafficanti dalle misteriose credenziali. Nel cast anche la bellissima Paula Patton e l’inossidabile Bill Paxton che qui interpreta la parte del pericoloso e perverso Earl, un banchiere disposto a tutto pur di riavere il denaro che gli è stato sottratto dai due protagonisti.


Bobby Trench (Denzel Washington) e Marcus Stigman (Mark Wahlberg) appartengono ad una banda di narcotrafficanti del Messico. Insieme formano una coppia alquanto bizzarra: tenebroso e autoritario il primo, dongiovanni e chiassoso il secondo, i due hanno imparato a vivere in simbiosi guardandosi l’un l’altro le spalle durante i numerosi incontri dai risvolti imprevedibili con i più pericolosi signori della droga della frontiera messicana. Ciò che nessuno dei due sa, però, è che ognuno di loro, in realtà, lavora in incognito per un’altra organizzazione. Quando si ritrovano a rapinare una banca in cui è custodita una grande somma di denaro proveniente dal narcotraffico, Bobby e Marcus si ritrovano ad avere contro persino i rispettivi capi, e dovranno fare coppia ancora un’ultima volta per uscirne vivi.


Sempre più a suo agio con il cinema hollywoodiano, Kormákur dirige per la seconda volta il nerboruto Wahlberg, già presente in Contraband, e gli affianca un Denzel Washington dalla forma smagliante. Nonostante il titolo italiano prometta mirabolanti scene d’azione sopra le righe, Cani sciolti, in realtà, non appare molto diverso da tante altre operazioni simili e l’entusiasmo iniziale scema dopo pochi minuti adagiandosi sul già visto. Se i due protagonisti svolgono il loro compito svogliatamente, una delle poche note interessanti è il personaggio “tarantiniano” di Bill Paxton, dal sorriso velenoso ed il carattere apparentemente calmo sotto cui si cela un vulcano di violenza pronto ad esplodere in qualsiasi momento. La scena che vede il suo Earl estrarre la pistola e sottoporre le sue vittime al gioco della roulette russa si può già considerare cult. Il resto è un insieme di scene d’inseguimento e sparatorie prive di qualsiasi guizzo registico che si trascinano per allungare il brodo di una storia vista già mille volte che stupisce e diverte davvero poco. Da non sottovalutare, comunque, il sottotesto della pellicola che invita lo spettatore a riflettere sulle istituzioni, spesso corrotte e invischiate in affari sporchi che finiscono per danneggiare l’intera comunità.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

cinemadvisor

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio