photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

I sogni segreti di Walter Mitty

16/12/2013 12:00

Marco D'Amato

Recensione Film,

I sogni segreti di Walter Mitty

A cinque anni di distanza da Tropic Thunder, Ben Stiller torna a cimentarsi nelle vesti di regista con I sogni segreti di Walter Mitty, liberamente tratto dall’

24961-.jpeg

A cinque anni di distanza da Tropic Thunder, Ben Stiller torna a cimentarsi nelle vesti di regista con I sogni segreti di Walter Mitty, liberamente tratto dall’omonimo racconto di James Thurber e già portato sul grande schermo (Sogni proibiti) nel 1947 da Norman McLeod. L’artista newyorkese si cala per la prima volta nelle atmosfere di una commedia delicata sulla forza e la determinazione che servono per raggiungere i propri sogni.


Walter Mitty (Ben Stiller) è l’editor fotografico di Life Magazine, il periodico impegnato in una difficile transizione dal cartaceo al web con decine di dipendenti a rischio licenziamento; più di ogni altra cosa, però, Mitty è un sognatore ad occhi aperti, un uomo capace di fermarsi per un tempo imprecisato a seguire il filo (il)logico dei suoi pensieri fantastici che lo vedono fuggire dalla prigione della sua realtà di uomo comune. A scatenare le sue principali fantasie è la collega di cui è innamorato, Cheryl (Kristen Wiig): è per lei che si getta da un ponte per salvare un gatto in un incendio o diventa un intrepido lupo di mare. Quando Walter smarrisce la foto-capolavoro inviatagli dal leggendario Sean O’Connel (Sean Penn), che dovrà diventare l’ultima copertina della versione cartacea di Life Magazine, Cheryl gli dà la forza per intraprendere un viaggio surreale tra Groenlandia e Islanda alla ricerca di Sean e della foto perduta.


Difficile immaginare un film più adatto all’atmosfera natalizia di questo: un protagonista capace di volare sulle ali della fantasia, un amore ideale e totalmente platonico, gli spazi sconfinati e la natura debordante dei paesi artici. La morale di fondo suggerisce sottovoce come per realizzare i nostri sogni basti seguirli senza ripensamenti, perché con la volontà siamo in grado di fare qualsiasi cosa, basta avere fiducia in noi stessi per tirare fuori quel quid speciale che è dentro ciascuno di noi. Al di là dei suoi bizzarri voli pindarici, Walter è davvero in grado di saltare da un elicottero in volo, di correre sullo skateboard e di scalare montagne, salvo poi scoprire che ciò di cui ha bisogno è precisamente dietro l’angolo, come nelle più classiche storie di formazione. Ben Stiller è abile a dosare l’atmosfera poetica con momenti da commedia pura (la perquisizione, integralmente muta, all’aeroporto, l’ubriaco nel bar), sia davanti che dietro la macchina da presa, ma l’eccessiva zuccherosità della trama e dei personaggi alla lunga può risultare stancante - il personaggio di Cheryl è talmente etereo che ci si scorda rapidamente della sua presenza, senza togliere assolutamente nulla alla fruizione del film. Edna, la madre di Walter, è Shirley MacLaine, mentre il bravissimo Adam Scott è l’insopportabile manager Ted.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio