photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Hercules - Il Guerriero

11/01/2015 12:00

Martina Calcabrini

Recensione Film,

Hercules - Il Guerriero

L'indiscutibile fascino di Hercules, figlio di Zeus e Alcmena, relegato sulla Terra per placare l'ira di Era, è da sempre stato oggetto di trasposizioni televis

29931-.jpeg

L'indiscutibile fascino di Hercules, figlio di Zeus e Alcmena, relegato sulla Terra per placare l'ira di Era, è da sempre stato oggetto di trasposizioni televisive e cinematografiche più o meno riuscite. Difficile esprimere infatti il dissidio interiore di un uomo, incapace di accettare la propria natura ibrida e sovrumana, costretto a vivere come un comune mortale. Il regista Brett Ratner (autore di X-Men: Conflitto finale) firma Hercules - Il guerriero, un'epopea tragicomica che, ispirandosi alla graphic novel di Steve Moore e Admira Wijaya, Hercules: The Tracian Wars, esalta gli antichi valori.


Dopo aver superato le dodici fatiche, Hercules (Dwayne Johnson) è divenuto una leggenda. Per festeggiare le sue vittorie, il re organizza una festa durante la quale vengono consumati litri di vino. La mattina dopo, la moglie e il figlio di Hercules vengono trovati morti e lui ritenuto l'unico colpevole. Bandito e umiliato, l'eroe diviene un mercenario e si unisce a un insolito gruppo formato dalla guerriera Atalanta (Ingrid Bolso Berdal), dal cantastorie Iolaus (Reece Ritchie), dall'indovino Amphiarius (Ian McShane), dal folle Tydeus (Aksel Hennie) e dall'amico Autolycus (Rufus Sewell). Ma dopo essersi messi al servizio del perfido Lord Cotys (John Hurt), di cui presto scopriranno la vera natura, Hercules e i suoi passano dalla parte del popolo e combattono per la liberazione della Tracia.


In un mondo ottuso e brutale, c'è bisogno di leggende per credere e sperare in un futuro migliore. Nell'antica Tracia, l'intrepido Hercules, dopo aver misteriosamente perso moglie e figlio, è perseguitato da demoni interiori. Costretto a rinnegare la propria identità, utilizza la forza fisica per guadagnare soldi facili e assicurarsi una vita agiata. Ma davanti alla corruzione degli uomini l'eroe sarà pronto a sacrificare la vita per il bene comune e la propria pace interiore. Enfatizzando il valore epico della vicenda, gli sceneggiatori Ryan Condal e Evan Spiliotopolous ritraggono un protagonista omerico - connotato dall'impellente desiderio di oltrepassare i propri limiti - e al tempo stesso un semidio più umano degli umani stessi, pieno di vizi e debolezze. Nonostante la sua vigorosa prestanza fisica, Hercules ha dunque bisogno della collaborazione dei suoi compagni (non semplici ornamenti ma co-protagonisti a tutti gli effetti), grazie ai quali riesce a prevalere in ogni battaglia, a credere in sé stesso e a rinunciare all’impenetrabile pelle del leone di Nemea per affrontare in campo aperto la verità. Dal momento che le frecce, le lance e le spade feriscono meno delle parole, la cui forza penetra in profondità e scalfisce qualsiasi corazza, Hercules utilizza la lealtà dei suoi uomini e la forza della ragione per divenire l’eroe di cui il popolo ha bisogno. Ecco perché, in un sottofondo umoristico e autoironico, Brett Ratner sceglie di realizzare un film corale in cui, alla celebrazione del singolo, viene preferita la forza della collettività.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio