photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Le leggi del desiderio

09/03/2015 12:00

Giulia Colella

Recensione Film,

Le leggi del desiderio

Giovanni Canton (Silvio Muccino) è un life coach che garantisce a chiunque sia disposto a seguire i suoi consigli di realizzare il proprio sogno, per quanto amb

30741-.jpeg

Giovanni Canton (Silvio Muccino) è un life coach che garantisce a chiunque sia disposto a seguire i suoi consigli di realizzare il proprio sogno, per quanto ambizioso esso possa essere. Per lanciare il suo nuovo libro, il protagonista è costretto dal suo editore a scegliere tre persone per aiutarle in sei mesi a cambiare in meglio la loro vita. I prescelti alla fine sono: Ernesto, un venditore sessantenne e disoccupato (Maurizio Mattioli); Luciana (Carla Signoris), la segretaria di un Vescovo con la passione per la scrittura di romanzi erotici; la timida e imbranatissima correttrice di bozze Matilde (Nicole Grimaudo) che, nonostante il talento e una relazione col capo, rimane sempre con un pugno di mosche in mano. Spesso però il difficile non è tanto realizzare il sogno della propria vita, quanto piuttosto capire quale sia.


Il problema delle commedie italiane è sempre lo stesso, ossia la sceneggiatura. Carla Vangelista e Silvio Muccino scrivono un film che, non nascendo dall’osservazione del reale o da un’esigenza intellettuale forte, ben presto comincia a barcollare. Senza vita non può esistere cinema e infatti, come spesso capita, anche questo terzo lavoro del giovane Muccino risente della quasi totale assenza di struttura: quelli che ne soffrono maggiormente sono i personaggi - potenzialmente interessanti e divertenti per via dei loro contrasti - ma che, privi di un arco narrativo definito, sfociano presto nello stereotipo più banale e melenso. L'allontanamento sempre più definito dallo spettro della commedia, riduce l’opera a una luccicante fiction televisiva nostrana. D’accordo, l’ingenuità e il buonismo non sono proprio difetti (Pupi Avati ci ha costruito sopra un'intera carriera!), quantomeno però sono limiti. Un protagonista bello e dannato, abbigliato come Jesus Christ Superstar ma con gli occhi languidi del cucciolo di foca, un piccolo sorriso ironico lo suscita per forza. Quando poi viene tirato in ballo il soprannome infantile di Giovanni, anche lo spettatore più perseverante è sfidato a non ridere.


I tre personaggi secondari sono ben interpretati - nei limiti consentiti dal ruolo - ma, soprattutto, sembrano diretti da Muccino con padronanza. È la storia che stronca questi aspiranti sognatori. Luciana deve far capire a tutti che “porno è bello”, Ernesto supera la crisi economica diventando il "Fonzie della Garbatella" e Matilde si darà tanto da fare per evitare menzogne e giochetti, ma un secondo dopo accetterà di andare al cenone di Natale con un fidanzato finto. Contenta lei. Tanto si capisce che per Muccino l’amore può tutto. Infatti defila dal film i personaggi già coniugati (tanto che possono volere di più dalla vita?) per concentrarsi su chi senza la grande A non sa nemmeno appaiarsi i calzini. Insomma, anche questo Le leggi del desiderio rimane ancora legato alle logiche mediatiche denunciate da Gabriele Muccino nel suo Ricordati di me, senza tener conto del fatto che gli italiani non hanno più così voglia di reality/circo e che la crisi ha annientato molti sogni e ambizioni. Nessun life coach può cambiare questo, nemmeno se incita a desiderare solo l’amore, che tanto è sempre gratis.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio