photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Fantasticherie di un passeggiatore solitario

23/11/2015 12:00

Alessia Bertolino

Recensione Film,

Fantasticherie di un passeggiatore solitario

Theo (Lorenzo Monaco) è uno studente universitario che sta per concludere gli studi di filosofia e ha una sconfinata passione per le storie incompiute...

33671-.jpeg

Theo (Lorenzo Monaco) è uno studente universitario che sta per concludere gli studi di filosofia e ha una sconfinata passione per le storie incompiute. Quasi per caso, scopre di essere sempre stato in possesso di uno strano libro intitolato "Fantasticherie di un passeggiatore solitario", un ricettario magico firmato Jean Jacques Renou (Luca Lionello), uno scrittore vissuto secoli prima. Presto Teo si lascia catturare, pagina dopo pagina, da quel manoscritto così antico e misterioso e si ritrova a vivere l'ultima delle avventure del fanciullo di cui il libro narra: è la fantasticheria numero 23, la più pericolosa. Theo si prepara a a vivere il finale di quella storia, quella favola di cui nessuno conosce ancora il finale.


Sono tre le figure attorno alle quali la narrazione ruota, ognuna con la propria storia. Theo, che porta sulle spalle un disagio esistenziale opprimente, parte per un grande viaggio dall'epilogo ignoto. Renou è il tipico scrittore prigioniero del suo stesso genio - un mostriciattolo sudicio e rugoso che lo definisce un povero "imbrattacarte"- e perde in oscure circostanze la sua sposa a causa dell'ossessione per la scrittura. Infine, c'è un Fanciullo sperduto in una foresta fantastica e minacciosa, un personaggio nato dall'inventiva dello scrittore. Il regista Paolo Gaudio fa procedere in parallelo le vicende un po' macabre e un po' confuse di questi tre personaggi con un fare straniante, fino ad arrivare a non saper più distinguere fra fiction e finzione letteraria. Scelta strategica per un dark fantasy incentrato su incompiutezza e frammentarietà del tempo.


Per enfatizzare la natura fittizia del Fanciullo, Gaudio decide di plasmarlo in studio animazione, componendo un figurino dolcemente cupo, dal colorito pallido e dagli occhi grandi e spauriti. Una fisionomia che ricorda molto i personaggi del cinema di Tim Burton. In generale la grafica, molto semplice e piacevolmente accattivante, fa da contrasto con le avanzate tecniche d'animazione odierne. Allo scenario per così dire "reale" - o meglio non animato - del film, il regista associa una regia dinamica e una fotografia dalle tinte oscure, colorata da brevi istanti di luce. Il tutto sembra scorrere armoniosamente durante il flusso narrativo, ma qualcosa ne disturba l'andamento, come certi personaggi così poco rilevanti eppure piazzati davanti all'obiettivo e come anche la generale interpretazione dei membri più secondari del cast. Gaudio si concede alcuni riferimenti: il già citato Burton a proposito dell'animazione e l'implicito rimando a La storia infinita - che ruota attorno a un libro di avventure fantastiche - ma è proprio a partire dal titolo del film che l'emergente regista calabrese innesca il meccanismo della citazione. "Le fantasticherie del passeggiatore solitario" è infatti un'opera mai completata di Jean Jacques R...ousseau (!), incentrata sui temi della felicità, dell'atarassia e della natura. Da buon dottore in Filosofia, Gaudio affronta in maniera velata tutte queste situazioni con un occhio critico originale e preciso. Anche se questo è solo un piccolo contributo italiano al cinema d'animazione, Fantasticherie ha delle ottime idee di base che si sono meritate diversi premi e riconoscimenti da parte della critica internazionale. 



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio