photo
le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Zootropolis

13/02/2016 11:00

Martina Calcabrini

Recensione Film,

Zootropolis

Un prodotto altamente metaforico, una scoppiettante pellicola di animazione

34541-.jpeg

Nell'antichità lo scrittore romano Fedro, non potendo parlare apertamente ai suoi contemporanei, introdusse l'escamotage della favola per lanciare al popolo messaggi etici e morali sotto mentite spoglie. Scrisse allora numerose storie di animali che incarnavano metaforicamente categorie umane e ne smascheravano dall'interno vizi e virtù. Anche i registi Jared Bush, Byron Howard (autore di Rapunzel), e Rich Moore (Ralph Spaccatutto), firmando Zootropolis, hanno deciso di realizzare un prodotto altamente metaforico: una scoppiettante pellicola di animazione che elargisce buoni sentimenti sin dai primi fotogrammi.


Bunny Burrows, giorni nostri. Judy Hobbes è una coniglietta di campagna che sogna di diventare poliziotta. Dopo essersi diplomata con il massimo dei voti, entra nell'arma e, nonostante le sue dimensioni e il mite temperamento, risulta la migliore del corso. Viene quindi assegnata al distretto centrale di Zootropolis, metropoli futuristica in cui tutti gli animali convivono pacificamente senza distinzione di razza e di taglia. Riconosciuta inizialmente solo come umile ausiliare del traffico, però, Judy continua a desiderare una vita diversa e, quando incontra l’astuto Nicholas Wilde, lo incastra e lo costringe ad aiutarla a risolvere il caso di 14 predatori scomparsi. Tra indizi dispersivi, prove corrotte e malavitosi pittoreschi, i due protagonisti scopriranno una grande verità.


In un mondo cosmopolita in cui prede e predatori sono riusciti finalmente a trovare l'equilibrio necessario per vivere insieme pacificamente, ogni animale può essere chi vuole senza paura del giudizio altrui. L'utopia del mondo perfetto, però, viene spezzata da improvvise sparizioni di onesti cittadini che seminano morte e terrore prima di far disperdere le proprie tracce. Utilizzando le loro doti intuitive, i protagonisti fiutano il pericolo, lo affrontano e riescono a superarlo solo supportandosi l'un l'altro. Oltrepassando dunque qualsiasi barriera razziale e culturale, accettano i reciproci pregi e difetti e scoprono che si può davvero costruire un mondo migliore se tutti condividono gli stessi valori. Ogni fotogramma di Zootropolis viene intarsiato di dolcezza e magia. Le musiche enfatiche di Shakira e Michael Giacchino fanno in modo che persino i paesaggi più ostili e i ruggiti più assordanti assumano un tono differente, rivelandosi l’estremo tramonto di un'era ottusa e primordiale destinata a lasciare il posto a un nuovo, policromatico, mondo. Attraverso un ritmo vorticoso, ma anche melanconicamente noir - che strizza l’occhio al disneyano Basil l’Investigatopo - Zootropolis si rivela una parabola amena e idilliaca in cui gli ideali di pace e giustizia sono principi essenziali da difendere a ogni costo.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio