photo
le parti noiose tagliate
footer

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)
sis nero natale 3
sisbianco
sisbianco

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

25/06/2009 11:00

Roberto Semprebene

Recensione Film, harry potter,

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

Il terzo episodio della saga del maghetto con la cicatrice e gli occhiali tondi rappresenta la prima avventura dai toni evidentemente più cupi che il protagonis

4621-.jpeg

Il terzo episodio della saga del maghetto con la cicatrice e gli occhiali tondi rappresenta la prima avventura dai toni evidentemente più cupi che il protagonista e i suoi amici si trovano a vivere, nonché una tappa fondamentale per spiegare il passato di Harry. Il film si apre, come i due precedenti, nel mondo dei babbani, dal quale Harry si allontana a bordo del magico Nottetempo, autobus stregato dagli affascinanti poteri. Tornato nel mondo dei maghi, Harry ritrova i suoi amici Ron e Hermione, con i quali intraprende il viaggio in treno per Hogwarts, non prima di essere stato messo in guardia dal padre di Ron sulla fuga dal carcere magico di Azkaban dello stregone Sirius Black, fedele seguace di Voldemort, che cercherà probabilmente vendetta nei confronti del nostro eroe. È proprio a causa di Black, inoltre, che in tutto il mondo magico sono in azione i “dissennatori”, malvagie creature dai sinistri poteri, carcerieri che nel cercare l’evaso incrociano più volte, con esiti drammatici, la strada del giovane grifondoro.


La storia, come dicevamo, si presenta più cupa e drammatica rispetto ai primi due episodi: Harry sta crescendo e con lui il target di riferimento del film, il quale introduce, insieme a lupi mannari, dissennatori, ippogrifi e case infestate, una complessità di intreccio non indifferente, che intrattiene piacevolmente anche i fan più “stagionati”, facendo leva su paure ataviche, grandi sentimenti, temi di riflessione maturi e scene ad alta spettacolarità. Nuovi personaggi, buoni e cattivi, si uniscono al cast storico della saga, nuovi intrecci e verità vengono svelate, in un film che si cala perfettamente nel solco, e mantiene l’ottimo livello delle precedenti opere tratte dai romanzi di J.K. Rowling.


Doveroso specificare che a Chris Columbus, regista dei primi due episodi, subentra alla direzione Alfonso Cuarón, ma il cambio di regia non fa che esaltare la coerenza di una ricostruzione che ha fra le sue doti un’attenzione al particolare davvero encomiabile: ogni aspetto del mondo magico è reso con grande credibilità, la bellezza degli scenari, degli effetti speciali, dei costumi, tutto trasuda magia e contribuisce all’atmosfera alchemica del film.


ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

cinemadvisor

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio