photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

3 Generations - Una famiglia quasi perfetta

10/10/2016 11:00

Riccardo Tanco

Recensione Film,

3 Generations - Una famiglia quasi perfetta

La vicenda di un'adolescente e del suo desiderio di cambiare sesso

37271-.jpeg

Ray/Ramona (Elle Fanning) è una ragazza che vive con la madre divorziata Maggie (Naomi Watts) e la nonna lesbica Dolly (Susan Sarandon). Ramona desidera diventare un maschio e inizia la procedura del cambio di sesso, ma per l'operazione serve il consenso anche del padre Craig (Tate Donovan), lontano da tempo.


Presentato in anteprima al Toronto Film Festival nel 2015 e uscito nelle sale americane a settembre dello stesso ann, 3 Generations – Una famiglia quasi perfetta è il quarto film della regista Gabi Dellal che affronta la vicenda di un'adolescente e il suo desiderio di cambiare sesso. Il riferimento principale è chiaramente il cinema indie americano, di cui Dellal segue gli stilemi realizzando un film che alterna dramma e commedia senza esagerare da nessun lato, ma tenendo sempre il focus sull'evoluzione del personaggio di Ray e sul suo percorso di crescita e cambiamento.


Un po' coming of age e un po' narrazione familiare "atipica", 3 Generations – Una famiglia quasi perfetta, nonostante una certa grazia nella messa in scena e una scrittura quanto mai semplicistica, in perfetto stile Sundance, fatica nel non risultare prevedibile. In fase di sceneggiatura, più che aprire alle complessità di una questione interessante come il cambio di genere, preferisce il racconto di formazione, avaro d'interesse, e cerca un'ironia poco riuscita nei pittoreschi personaggi di contorno e in una sottotrama familiare che finisce per appesantire. Nelle intenzioni c'è l'obiettivo di realizzare un'opera curiosamente irrisolta che lascia spazio di manovra a chi guarda, eppure 3 Generations – Una famiglia quasi perfetta tende a dichiarare tutto e ad appianare possibili conflitti che muovono i personaggi. Così ci si trova davanti a un film che ripete in maniera pleonastica l'affermazione della propria identità, dell'essere se stessi.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio