photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

17 anni (e come uscirne vivi)

10/04/2017 11:00

Maurizio Encari

Recensione Film,

17 anni (e come uscirne vivi)

17 anni (e come uscirni vivi), un frizzante comedy-drama sulle difficoltà dell'adolescenza

39511-.jpeg

La diciasettenne Nadine vede la sua vita andare in pezzi da un giorno all'altro quando il fratello e la migliore amica decidono di fidanzarsi. Un vero e proprio shock, con il rapporto tra le due coetanee che si sfalda inesorabilmente e tensioni latenti che covavano da tempo ora pronte ad esplodere. Sola e disillusa, Nadine troverà conforto nei consigli di un saggio professore e nelle attenzioni di un compagno di scuola forse innamorato di lei, mentre cercherà di conquistare il bel Nick, il ragazzo dei suoi sogni.


Se il mezzo televisivo ha indagato recentemente le aule scolastiche e i drammi adolescenziali con la serie instant cult Tredici, anche il grande schermo ha visto in questa stagione l'uscita di un ottimo film a tema come {a href='https://www.silenzioinsala.com/3951/17-anni-e-come-uscirne-vivi/scheda-film'}17 anni (e come uscirne vivi){/a}. Un coming-of-age fresco e frizzante abilmente equilibrato tra toni da commedia e istinti più drammatici, lenta discesa negli inferi e ritorno della ragazza protagonista che si ritrova in un batter d'occhio a perdere tutte le proprie sicurezze. Un racconto narrato inizialmente in flashback dopo un prologo in cui Nadine confessa, ironicamente ma non troppo, al suo professore la decisione di volersi suicidare e ci accompagna all'evento scatenante della vicenda, la nascita della relazione tra la migliore amica e il fratello: evento che darà il via ad un vero e proprio crollo emotivo della ragazza, pronta a prendersela con tutto e tutti prima di raggiungere il necessario nirvana. Un personaggio che ama gli eccessi risultando comunque verosimile, figlio di una finissima scrittura e della straordinaria interpretazione di un'incontenibile Hailee Steinfeld, ex-bambina prodigio de Il Grinta (2010) coeniano, qui carismatico recipiente di intense sfumature sopra le righe. La regista Kelly Fremon Craig, al suo esordio dietro la macchina da presa, opta per uno sguardo enfatico al punto giusto che schiva le retorica e non lesina di un'ironia più o meno amara, come ben evidenziato dalla caratterizzazione sardonica del mentore/insegnante di Woody Harrelson, ciliegina sulla torta di un'operazione parzialmente furba ma ad ogni modo genuina e assai ricca di spunti.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio