photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Guarda in alto

19/10/2018 11:00

Andrea Desideri

Recensione Film,

Guarda in alto

Un film fatto di ricordi e emozioni

46281-.jpeg

Teco è un giovane assistente fornaio: le sue giornate sono fatte di fatica e lavoro, ma tra una pausa e l’altra, si lascia trasportare dalla fantasia. Ed è proprio grazie a questa che scoprirà un mondo nuovo che parte dai cieli di Roma. Quel che sembrava un gabbiano incontrato per caso, in realtà è un drone telecomandato, con una mano al suo interno. Inizia così il viaggio extrasensoriale di un giovane che, giorno dopo giorno, dovrà fare i conti con personaggi sempre diversi nei momenti liberi della routine giornaliera. Fulvio Risuleo apre il suo baule di ricordi e sensazioni per portare sul grande schermo un film concettuale che si basa sulla prospettiva: quella di un giovane, con più sogni che certezze, desideroso di fuggire dalle abitudini per rifugiarsi nel suo mondo di aspirazioni e fantasie. La quadratura del cerchio arriva durante una pausa sigaretta, quandosotto il cielo della Capitale scambia un drone per un gabbiano. Il lasciapassare per questo viaggio di suggestioni, che parte da Roma ma sembra inarrestabile.


Fulvio Risuleo procede per analogie e suggestioni. Siamo al cospetto di un film che esercita la fantasia e i sentimenti. Questo mix (che piace molto ai francesi, e non a caso la coproduzione di Guarda in alto è d’oltralpe) porta il regista a cavalcare l'immaginazione, in un’eterna lotta fra differenti generi. Un po' Piccolo Principe, un po' Alice nel Paese delle Meraviglie, sono però i rimandi a un universo familiare che rendono la vicenda del film unica e personalissima. Fulvio Risuleo si esprime in un linguaggio nuovo, che unisce l'immaginazione alla realtà rude e precaria di Roma.


La scelta di Giacomo Ferrara come attore protagonista non è casuale: dopo aver vestito i panni del celeberrimo Spadino in Suburra - La serie, qui diventa un novello Peter Pan a cui spetta il difficile compito di sognare. Un plauso particolare per il sonoro: le musiche di Guarda in alto, curate integralmente dal musicista sperimentale Sun Araw, regalano una risonanza ammaliatrice alla storia esaltando acusticamente i rumori di ogni ambiente.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio