photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Se la strada potesse parlare

26/10/2018 11:00

Andrea Desideri

Recensione Film,

Se la strada potesse parlare

Un’intricata storia d’amore nell’America degli anni Settanta

51131-.jpeg

Un’intricata storia d’amore nell’America degli anni Settanta. In piena rivoluzione culturale, per le strade del quartiere di Harlem, fra graffiti, musica e rime, vivono – uniti da un forte sentimento – la diciannovenne Tish e il fidanzato Alonzo. Una realtà urbana al limite della legalità porta il ragazzo a essere accusato ingiustamente di un crimine, per cui viene arrestato. Così Tish fa di tutto per scagionarlo, anche con l’aiuto dei parenti e genitori. E, quando la giovane scopre di essere incinta, la famiglia si stringe attorno alla coppia che dovrà ricomporsi quanto prima. Il regista Premio Oscar Barry Jenkins torna dietro la macchina da presa dopo il successo di Moonlight, con un adattamento cinematografico: Se la strada potesse parlare è tratto, infatti, dall’omonimo romanzo di James Baldwin. Si tratta della prima trasposizione cinematografica.


Due ore pervase da sentimenti e avversità: Alonzo e Tish sono innamorati, il loro rapporto è forgiato dai sacrifici che devono fare per vivere l’amore in maniera normale e senza ansie... come sarebbe giusto fare alla loro età. Ma non sempre è possibile. Specialmente nell’America degli anni Settanta, in cui la legge della strada fa da padrone e conta solo sopravvivere. In mezzo alla precarietà, alla povertà economica e alla delinquenza dilagante, per evadere ci sono solo i sogni e le passioni. Se la strada potesse parlare descrive i quartieri neri - così chiamati - dove l’arte e l'amore devono trionfare sulle avversità, per restituire la speranza a chi li abita.


I personaggi sono tratteggiati in un modo molto specifico, con l’intento di restituire in piena fedeltà il romanzo di partenza di Baldwin. I rapporti umani costituiscono il vero fulcro del film, come del resto già era stato in Moonlight: Se la strada potesse parlare racconta però il bisogno di trovare una dimensione per chiunque voglia elevarsi dal pantano. Gli affetti, il riscatto, una causa per cui battersi. E la Harlem degli anni Settanta è lo scenario perfetto dove ambientare una storia d'amore: qui i sentimenti si enfatizzano al pari di uno squarcio di luce fra le nuvole.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio