photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Oltre le regole - The Messenger

14/04/2010 11:00

Roberto Semprebene

Recensione Film,

Oltre le regole - The Messenger

Il sergente Will Montgomery (Ben Foster), tornato ferito e decorato dalla guerra in Iraq, è prossimo al congedo, ma nei tre mesi che mancano viene incaricato di

7641-.jpeg

Il sergente Will Montgomery (Ben Foster), tornato ferito e decorato dalla guerra in Iraq, è prossimo al congedo, ma nei tre mesi che mancano viene incaricato di condurre un’ultima missione, che lo pone di fronte a difficoltà alle quali non è stato mai addestrato: ogni guerra ha i suoi caduti, e sarà lui a notificare il decesso dei soldati ai loro congiunti. Per questo arduo compito, che lo vedrà costretto a spezzare il cuore di mogli, genitori e figli, avrà come ufficiale di riferimento e compagno, il duro capitano Tony Stone (Woody Harrelson), un veterano in questo tipo di missioni. Il lavoro è quanto mai delicato e il rapporto che Will deve costruire con Tony non è, almeno inizialmente, una realtà di più facile gestione: entrambi gli uomini, per motivi diversi, sono gravati dal peso di un’esistenza che impedisce loro la normalità dei rapporti sociali. La libera espressione delle proprie emozioni è qualcosa che, una volta indossata la divisa, deve essere inibita, come deve esserla l’empatia nei confronti delle persone alle quali bisogna portare il messaggio di cordoglio da parte della Segreteria dell’Esercito. Se Tony sembra averlo accettato, Will riesce faticosamente a farsene una ragione.


Diretto da Oren Moverman, alla sua prima regia, e ideato da Alessandro Camon, Oltre le regole è un film intimista: il racconto si concentra infatti sulle emozioni e sui sentimenti di Will, sulla sua disperata ricerca di condivisione, sulla percezione di sé e sul tentativo di preservare la propria umanità laddove gli viene imposto di essere distaccato. A stemperare la durezza del film, che risulterebbe altrimenti insostenibile, è la figura di Tony, personaggio tragico al quale Harrelson riesce a dare una vena ironica estremamente marcata, capace di strappare più di un sorriso nel corso della narrazione.


Nonostante l’ironia di alcune battute e la speranza data da alcuni frangenti, Oltre le regole è un film estremamente amaro, che nel raccontare la tragedia quotidiana di chi è incaricato di essere un “angelo della morte”, si inserisce nel filone di quei film che denunciano l’orrore della guerra. Di quell’orrore il film presenta un aspetto forse marginale, ma emotivamente destabilizzante: come il Vietnam negli anni ’60 e ’70, l’Iraq è diventato l’argomento principale sul quale l’America è chiamata ad interrogarsi, un fronte psicologico sul quale è difficile combattere e sul quale, apparentemente, non si può evitare di perdere.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio