photo
le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

2 Fast 2 Furious

03/05/2010 10:00

Marco Etnasi

Recensione Film, Film Azione, Fast and Furious,

2 Fast 2 Furious

Sequel del fortunato Fast and Furious

8181-.jpeg

Si dice che quando si vive sull’orlo del burrone tornare alla normalità sia quasi impossibile. Questo è esattamente quello che pensa Brian O’Conner (Paul Walker), che dopo essere stato infiltrato nella gang di Dominic Toretto ed aver assaggiato il sapore a due lame della velocità estrema e delle corse illegali, si licenzia dall’FBI. Almeno apparentemente. Infatti Brian insieme a Roman Pearce (Tyrese Gibson), suo amico di infanzia, sono infiltrati, questa volta, nel team di Carter Verone, boss di Miami ricercatissimo dalla polizia per una lista di reati infinitamente lunga. Nella squadra del criminale c’è già un altro agente sotto copertura, Monica Fuentes (Eva Mendes), con lo scopo di sgominare un traffico di soldi sporchi. Quando le tre coperture saltano, rimane solamente una strada: combattere per la propria sopravvivenza.


Sequel del fortunato Fast and Furious, 2 Fast 2 Furious è un concentrato di adrenalinica azione su quattro ruote, un gigantesco frullato di folli inseguimenti su macchine mozzafiato e gare automobilistiche che per spettacolarità lasciano sempre a bocca aperta. A marcare ancora di più questa scelta di dare meno spazio alla trama privilegiando l’estetica, è sicuramente il cambio di regia che con John Singleton non può far altro che esplodere in un pasticcio di lamine cromate di automobili ai limiti del fantascientifico e corse che lasciano senza fiato, in modo molto simile alle stelle che in Guerre Stellari vengono inghiottite dal Millennium Falcon.


Purtroppo per gli spettatori, che aspettavano un sequel all’altezza di un primo episodio che tuttosommato risultava ampiamente godibile, la pellicola oltre agli effetti speciali (di Al Di Sarro), per altro molto belli ed in qualche maniera precursori di un impianto visivo dei giorni nostri, non presenta novità tali da poter essere classificato neanche come un buon film d’azione, poiché per poter spiccare, ma anche solo entrare, in questo genere, le sequenze “metallo e piombo” devono sempre essere accompagnate da una trama che, anche se scontata, lasci allo spettatore la voglia di arrivare fino ai titoli di coda. Come il suo predecessore anche l’opera di Singleton si caratterizza per una colonna sonora ampiamente all’altezza che accompagna tutti i momenti più intensi delle sfrenate gare di O’Conner. Insomma 2 Fast 2 Furious si infrange sul muro dello schermo risultando a tratti un lunghissimo videoclip musicale (per altro nel film recita anche il rapper Ludacris) intervallato da battute e piccoli siparietti che affondano un sequel assolutamente non all’altezza.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

joker
Come creare un sito web con Flazio