photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Batman - Il cavaliere di Gotham

25/06/2010 11:00

Marcello Paolillo

Recensione Film, CineComics, Batman, cavaliere oscuro,

Batman - Il cavaliere di Gotham

Batman: Gotham Knight è un prodotto molto particolare...

9251-.jpeg

Batman: Gotham Knight è un prodotto molto particolare. Realizzato sulla falsariga del celebre Animatrix, altri non è una raccolta di soli sei cortometraggi che hanno come protagonista il crociato incappucciato, ambientati tra Batman Begins del 2005 e Il cavaliere oscuro, l’ultimo episodio della serie uscito nel 2008. Potremo quindi definire il prodotto una sorta di ‘extra’ che va ad ampliare il background narrativo delle pellicole dirette dal regista Christopher Nolan. Ad ogni modo, ci risulta seriamente complicato recensire nell’insieme i sei capitoli che compongono l’opera completa; quindi, proveremo a fare il punto della situazione su ciascuno di essi, uno ad uno:


Una storia per te (Have I Got a Story For You): forse, l’episodio più suggestivo del pacchetto. Narra di quattro giovani skater di città, ognuno dei quali ansioso di raccontare la propria ‘visione’ di Batmam (c’è chi lo vede come uno spettro, chi come un androide, chi invece come una creatura mostruosa dotata di una forza sovrumana). La capacità di dare allo spettatore differenti punti di vista sulla percezione del reale uomo pipistrello, rendono questo capitolo animato il più originale in assoluto, complice anche la regia di Shojiro Nishimi e la sceneggiatura di John Olson.


Fuoco incrociato (Crossfire): un episodio interamente votato all’azione. La trama narra di due poliziotti che si ritrovano loro malgrado nel mezzo di una furiosa sparatoria fra gang rivali. Poco sorprendentemente, sarà l’arrivo di Batman a mettere la parola fine alla vicenda. La regia frenetica di Futoshi Higashide si fonde con una sceneggiatura ‘consueta’ firmata Greg Rucka e Jonathan Nolan.


Prova sul campo (Field test): Lucius Fox da a Batman una nuova armatura, molto più versatile delle precedenti, grazie alla quale l’uomo pipistrello affronterà il crimine, non mettendo però a rischio la vita degli innocenti che si è incaricato di proteggere. Hiroshi Morioka firma l’episodio più debole della serie, sceneggiato da un Jordan Goldberg decisamente poco in forma. Passiamo oltre.


Il mostro delle tenebre (In darkness dwells): il cavaliere oscuro è sulla tracce di un misterioso avversario che vive nelle fogne. Si tratta nientemeno che di Killer Croc, spalleggiato dal perfido dottor Jonathan Crane, ovvero il temibile Spaventapasseri. L’episodio, diretto da Yasuhiro Aiko e sceneggiato da David S. Goyer, è sicuramente uno dei più versatili dal punto di vista estetico, grazie ad un uso dei colori realmente mozzafiato ed animazioni fluide ed eleganti. Promosso a pieni voti.


Attraverso il dolore (Working through pain): Batman, ferito dopo un duro scontro con Killer Croc, vaga per le fogne in cerca di aiuto. Stremato, si ferma a ricordare un momento importante della sua vita, ovvero il suo ritiro spirituale in India per seguire il percorso di Cassandra, una sacerdotessa con poteri misteriosi. Il notevole Toshiyuki Kubooka firma un episodio realmente onirico e dotato di una forte carica poetica, grazie anche alla sceneggiatura impeccabile del grande Brian Azzarello.


Deadshot (Deadshot): l’ultimo episodio della serie. Il detective Gordon è la vittima designata del perfido killer noto con il nome di Deadshot. Batman, ovviamente, non può permettere che il suo amico e collega cada vittima dei colpi di questo nuovo ed implacabile villain. Yoshiaki Kawajiri dirige un capitolo ricco di azione, con Alan Burnett incaricato di scrivere la sceneggiatura. Frizzante.


Batman - Il cavaliere di Gotham risulta essere quindi un prodotto buono ma non imperdibile. Alla fine della fiera, difatti, poco o nulla viene aggiunto all’economia generale dei due film diretti da Christopher Nolan, tant’è che la visione di questo pacchetto non è assolutamente necessaria per comprendere appieno le trame di Batman Begins e The Dark Knight (cosa che invece accadeva con Animatrix, vero e proprio anello di congiunzione tra Matrix Reloaded e Matrix Revolution). I Bat-fan meno pretenziosi gradiranno ugualmente.



facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Come creare un sito web con Flazio