Ricerca avanzata
Film Serie TV

film

Al cinema Tutti i film Recensioni Film Recensioni Film Utenti

serie TV

Tutte le serie Recensioni serie

articoli

News Approfondimenti Editoriali
foto_Zach Braff

Zach Braff


CURIOSITÀ

Insospettabili sospetti (2017)
Si tratta della terza regia cinematografica per Zach Braff, indimenticabile J.D. nella serie Scrubs - Medici ai primi ferri, dopo Wish I Was Here (2014) e La mia vita a Garden State (2004).

Vivere alla grande (1979)
Nel 2017 Zach Braff ha diretto il remake con Morgan Freeman, Michael Caine e Alan Arkin, distribuito in Italia con il titolo Insospettabili sospetti. In lingua originale entrambi i film hanno il medesimo titolo, Going in Style.

Insospettabili sospetti (2017)
«Credo che questa storia sia un ritratto preciso dello spirito del nostro tempo», ha ammesso Zach Braff. «È un perfetto ritratto di come i grandi possano fregare i piccoli. Ma prima di questo è soprattutto una commedia su tre uomini che decidono di riprendere in mano la propria vita: uomini che non hanno mai commesso un crimine in vita loro, che non hanno mai fatto nulla di folle o pericoloso che si trovano con le spalle al muro e decidono che se vogliono fare qualcosa, dovranno farlo alla grande, anzi alla grandissima».

Wish I Was Here (2014)
Ispirato dal successo ottenuto dal crowfunding lanciato per Veronica Mars - Il film (2014), Zach Braff attraverso una campagna su Kickstarter, ha dato alle persone l'opportunità di investire in questo film. Per poter iniziare la produzione aveva bisogno di altri 2 milioni di dollari. Ma l'iniziativa, lanciata il 24 aprile 2013, ha raccolto più di 3 milioni di dollari da parte di 46.520 persone.

Wish I Was Here (2014)
Alexander Chaplin, Michael Weston, Donald Faison, Zach Braff, Bob Clendenin e Lesley David Baker sono tutti attori che hanno fatto parte del cast di Scrubs - Medici ai primi ferri.

Wish I Was Here (2014)
Donald Faison, amico e compagno d'avventura di Zach Braff, conosciuto sul set di Scrubs - Medici ai primi ferri, compare per cinque minuti circa.

Wish I Was Here (2014)
La poesia che Aidan (Zach Braff) chiede a Grace (Joey King) di recitare mentre sistema la staccionata, è Mending Wall di Robert Frost.

Wish I Was Here (2014)
Joey King e Zach Braff compaiono entrambi nel film Il grande e potente Oz (2013).

Wish I Was Here (2014)
Prima che Koch Media ottenesse i diritti del film e lo distribuisse direct-to-video l'11 maggio 2017, Zach Braff sul suo profilo Twitter lanciò nel 2014 una sorta di sfida ai fan italiani: «L’Italia è l’unico paese Europeo in cui Wish I Was Here non ha ancora una distribuzione. Di questo passo, la proiezione di Kickstarter sarà la sola. Italiani, fate sapere ai vostri cinema che volete vedere Wish I Was Here finché sono vivo».

La mia vita a Garden State (2004)
Zach Braff ha scelto di non includere una scena esplicita di sesso con Natalie Portman: secondo l'attore avrebbe distolto l'attenzione dal mood del film. Voleva che la storia d'amore fosse implicita e dolce.

La mia vita a Garden State (2004)
Natalie Portman è sempre stata la prima scelta del regista per il ruolo di Sam. Quello che Zach Braff non si aspettava è che avrebbe accettato.

La mia vita a Garden State (2004)
La sidecar usata da Andrew (Zach Braff) non è americana ma la russa/ucraina Dnepr.

La mia vita a Garden State (2004)
Il cantante Joshua Radin ha preso parte alle riprese del film come comparsa (è il drogato durante la festa). Ma non è il solo: compare anche Jim Parsons, famoso per il suo ruolo di Sheldon Cooper nella sitcom The Big Bang Theory; tornerà anche nel secondo film di Zach Braff, Wish I Was Here (2014).

La mia vita a Garden State (2004)
Natalie Portman era così imbarazzata per la scena del ballo che ha chiesto a Zach Braff di tagliarla nel caso in cui fosse venuta male.

La mia vita a Garden State (2004)
Zach Braff compare in ogni scena.

La mia vita a Garden State (2004)
Il film si basa in parte sull'infanzia di Zach Braff vissuta tra New Jersey e Los Angeles prima del successo riscosso con Scrubs - Medici ai primi ferri (2001).

La mia vita a Garden State (2004)
Le scene finali sono state girate nel Terminal 4 all'aeroporto internazionale JFK di New York City. Dal momento che la produzione non è riuscita a chiudere l'area per le ripresa, le persone che si muovono attorno a Natalie Portman e Zach Braff sono dei veri viaggiatori.

La mia vita a Garden State (2004)
Zach Braff ha lavorato davvero come cameriere in un ristorante francese-vietnamita quando si trasferì a Los Angeles per tentare la fortuna. Tuttavia il ristorante utilizzato per le riprese non è vietnamita bensì tailandese.

La mia vita a Garden State (2004)
Quando Zach Braff inviò lo script ai produttori, si dice che abbia inviato loro anche una copia della track list con le canzoni che avrebbe usato per la colonna sonora. Nell'album - vincitore di un Grammy - tutte le canzoni sono classificate nell'ordine in cui appaiono nel film.

La mia vita a Garden State (2004)
Zach Braff teneva della carne in mano per convincere i Doberman ad attaccarlo davanti la porta di casa di Sam.

La mia vita a Garden State (2004)
Il film segna l'esordio di Zach Braff come regista. Nonostante il consenso positivo riscosso nei festival, l'attore/regista non pensava potesse ottenere un simile riscontro al botteghino: costato 2,5 milioni di dollari, ne ha incassati in tutto il mondo 35,825,316.

La mia vita a Garden State (2004)
Zach Braff nel commento audio del DVD ha spiegato che l'inquinamento acustico ha provocato non pochi problemi durante le riprese. La causa è da attribuire alla ricca vegetazione e alla vicinanza all'aeroporto internazionale di Newark.

La mia vita a Garden State (2004)
Zach Braff aveva a disposizione soltanto 3 set, tutte le altre scene le ha girate in luoghi reali.

REGISTRATI LOGIN

TROVA CINEMA


Città

Includi provincia

Tutti i film
Film specifico

BOX OFFICE


REGISTRATI

LOGIN

Password dimenticata?

oppure

Entra con Facebook
Silenzioinsala.com utilizza i cookies per personalizzare e migliorare l'esperienza degli utenti.
Leggi la dichiarazione sulla privacy per saperne di più.
Sono d'accordo