photo
ascolta il podcast le parti noiose tagliate

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram
pngwing.com(17)

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

REDAZIONE
Via Carlo Boncompagni 30
20139 Milano (MI)
+39 340 5337404
ufficiostampa@silenzioinsala.com

 

sisbianco
sisbianco
sisnero

un progetto di Piano9 Produzioni

CONTENUTI IN EVIDENZA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Cyrano (2021), la versione pop di un classico: la recensione del film musicale di Joe Wright con Peter Dinklag

19/10/2021 13:17

Valentina Pettinato

Recensione Film, Festival, Festa del Cinema di Roma, Film Romantico, Film Drammatico, Film Musicale, Peter Dinklage, RomaFF16, Joe Wright, Cyrano,

Cyrano (2021), la versione pop di un classico: la recensione del film musicale di Joe Wright con Peter Dinklage

Una rivisitazione pop e sofisticata di un classico della letteratura

Tratto dall’opera di Edmond Rostand, basato sul musical teatrale scritto nel 2018 da Erica Schmidt, Cyrano di Joe Wright è una rivisitazione pop e sofisticata di un altro classico della letteratura. Il regista, habitué di questo materiale (Orgoglio e pregiudizio; Anna Karenina; Espiazione) maneggia l'originale Cyrano de Bergerac con delicato rispetto ma anche con estremo coraggio, in un grande equilibrio armonico.

 

Secondo film musicale - come ha voluto definirlo Joe Wright durante la conferenza stampa - dopo Dear Evan Hansen presentato alla Festa del Cinema di Roma, Cyrano è una pellicola contemporanea, sicuramente sfarzosa, ma non per questo stucchevole.

festa-del-cinema-di-roma-1634324620.jpeg

La storia di questo musical è fedele all’originale: Cyrano (Peter Dinklage) non è bello ma canta e balla benissimo: è un delicato poeta, un arguto paroliere e ridicolizza i suoi nemici a suon di parole.

Se non bastasse è anche imbattibile con la spada e puro di cuore. Ama alla follia Roxanne (Haley Bennett), ma pensa di non meritarla per la sua ammaliante bellezza; tanto la donna si è già innamorata a prima vista di un altro uomo, il cadetto Christian (Kelvin Harrison Jr.), anche se non gli ha mai rivolto la parola.

 

Cyrano decide di aiutare la donna a non rimanere delusa dall’amore per il giovane e scrive per conto di costui bellissime lettere romantiche, diventando la penna, ma anche la voce, di Christian. La guerra e l’invidioso conte De Guiche (Ben Mendelsohn) romperanno l’idillio. 

cyranorecensione7-1634656807.jpeg

In questo ennesimo adattamento la storia di Cyrano è ancora più straziante: il suo amore per la donna (ma anche per il palcoscenico, va detto) è ciò che lo muove e lo rende vivo, ma allo stesso tempo è il suo dolore più grande: la sua statura gli impedisce di indirizzare e vivere le sue passioni come vorrebbe.

 

La sua è la storia del timore di un rifiuto, di essere deriso per il desiderio di una vita normale. La scelta di collocare il difetto sull’altezza e non sul naso rende la storia molto più attuale e metaforica, più definitiva e meno frivola, aprendosi a riflessioni ampie.

Joe Wright realizza in pieno lockdown un’opera vibrante che ha la sua anima proprio nei teatri che in quel periodo stavano chiudendo.

 

Gira in una Sicilia che del teatro e delle maschere ha una profonda tradizione, apre la pellicola con una scena meravigliosa in cui il cinema abbraccia il palcoscenico, in cui anche il pubblico è agghindato con trucco e parrucco (i magnifici costumi sono di Massimo Cantini Parrini) e diventa parte attiva dell’opera.

 

Tutti gli elementi filmici sono coerenti col progetto del regista, e fanno il loro dovere: la musica è quella dei The National, che stride con la classicità delle location ma rende senza tempo la narrazione, affidandogli l’amore più puro e il rapporto tra forma e sostanza. Le bellissime coreografie si muovono fra spade, botteghe e campi di battaglia, in una ricchezza visiva che coinvolge lo spettatore fino al cuore del racconto.

 

Sicuramente il collante di tutti questi bellissimi elementi è lui, Dinklage, che si conferma uno splendido attore capace di performance naturali anche quando inserite in dimensioni oniriche e fiabesche.  

cyranorecensione3-1634655959.jpegcyranorecensione6-1634655976.jpegcyranorecensione4-1634656802.jpg

In uscita italiana il 21 gennaio con Eagle Pictures, Cyrano avrà forse il merito di poter raccontare ai più giovani, ai ragazzi cresciuti con Il trono di spade, una storia senza tempo e senza età. Un film che sicuramente porterà a casa più di un premio.


cyranorecensione2-1634655934.jpeg

Genere: drammatico, romantico, musicale

Anno: Regno Unito/Canada/USA, 2021

Regia: Joe Wright

Sceneggiatura: Erika Schmidt

Fotografia: Seamus McGarvey

Montaggio: Valerio Bonelli

Interpreti: Peter Dinklage, Haley Bennett, Kelvin Harrison Jr., Ben Mendelsohn, Bashir Salahuddin

Musiche: Aaron Dessner, Bryce Dessner

Distribuzione:Eagle PicturesProduzione: MGM, Working Title Films

Durata:124'

Data di uscita: 21 gennaio 2022


facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

facebook
twitter
linkedin
youtube
pinterest
instagram

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

Silenzioinsala.com © | All Right Reserved 2021 | Powered by Flazio Experience e Vito Sugameli

ULTIMI ARTICOLI

I PIÙ LETTI

pngwing.com11
Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder